martedì 27 Febbraio 2024
HomeSanitàConvegno 22 dicembre nel corso della Giornata Nazionale del Tecnico Sanitario di...

Convegno 22 dicembre nel corso della Giornata Nazionale del Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico

Al lavoro col camice bianco e un fiocco blu: a Napoli presso l AORN Cardarelli si terrà il 22 dicembre un convegno per celebrare la “Giornata nazionale del Tecnico sanitario di laboratorio biomedico”
I tecnici sanitari di laboratorio biomedico sono una figura professionale altamente qualificata che lavora nelle retrovie, eppure centrale per la continuità dei servizi assistenziali erogati ai cittadini e ai pazienti nelle strutture sanitarie pubbliche e private.
Per accendere i fari sulle necessità e urgenze della professioni, sulle innovazioni e sul nuovo volto dei tecnici sanitari di laboratorio biomedico a Napoli, Il 22 dicembre, per iniziativa della Commissione d’albo guidata da Gennaro Capasso con il patrocinio della regione Campania, si celebra la giornata con un convegno presso l’Aula Mediterraneo. L’appuntamento è dalle 8.30 alle 14: intervengono esponenti dell’Ordine, del livello regionale e nazionale della Commissione d’Albo, dirigenti istituzionali e altri stakehoders della sanita campana.
“In un’epoca di rapida evoluzione del governo della Salute – avverte Gennaro Capasso – in uno snodo cruciale per la valorizzazione delle funzioni assistenziali del territorio a valere sui finanziamenti del Pnrr, la Giornata nazionale si configura come un tributo all’indipendenza e alla progressiva affermazione del ruolo e della funzione di cura e assistenza del Tecnico sanitario di laboratorio biomedico. Questa celebrazione non è solo un atto di riconoscimento, ma anche un’occasione per riflettere sull’importanza vitale di una professione che sta ridefinendo i confini della sua autonomia e competenza”.
In sostanza il Tecnico sanitario di laboratorio biomedico rivendica un nuovo ruolo e una nuova funzione che non è solo quella che rimanda alla esecuzione di analisi ma che quella di consulente scientifico altamente professionale, un garante della qualità e un interprete di complessità biomediche che hanno un cruciale valore diagnostico.
Al convegno interverranno, tra gli altri, il direttore generale del Cardarelli nonché vicepresidente Fiaso Antonio D’Amore, il direttore sanitario Gaetano D’Onofrio, il presidente dell’Ordine Franco Ascolese, il presidente nazionale della commissione d’Albo Saverio Stanziale, il suo omologo per Napoli, Avellino, Benevento e Caserta, Gennaro Capasso. E poi dirigenti della professione, docenti, ricercatori, studenti, professionisti e addetti ai lavori.
L’Impatto dei social media nella professione, tracciabilità e digitalizzazione nei percorsi dell’anatomia patologica, intelligenza artificiale e automazione, patient blood management, gestione di eventi critici nel processo trasfusionale, il Tslb nella farmacia ospedaliera come pilastro della qualità e sicurezza della preparazione galenica. E ancora: il ruolo dei Tslb nei controlli ufficiali degli alimenti di origine animale e vegetale, la salvaguardia della sicurezza sul lavoro, la gestione avanzata dei poct e l’innovazione sono solo alcuni dei temi che saranno trattati dai relatori in un giorno dedicato a fare luce su una professione centrale per l’assistenza e la ricerca ma celata nell’ombra nel panorama delle professioni sanitarie.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche