martedì 21 Maggio 2024
HomePoliticaDca, Ciarambino: "Bene audizione in Commissione, ora mi auguro tempi brevi per...

Dca, Ciarambino: “Bene audizione in Commissione, ora mi auguro tempi brevi per il sì del Consiglio”

«Con l’audizione in Commissione Sanità di tutte le parti interessate, medici, psicologi, biologi e associazioni, è stato fatto un grande passo avanti perché si possa arrivare in tempi rapidi all’approvazione della proposta di legge sul contrasto ai disturbi del comportamento alimentare da me presentata – dichiara Valeria Ciarambino, Vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e componente del Gruppo Misto – Con il rinvio del finanziamento dei nuovi Lea al prossimo anno e l’esiguo riparto dei fondi predisposti dal Governo, assume ancor di più carattere di urgenza, per la Regione Campania, dotarsi di uno strumento legislativo concreto e idoneo a contrastare quella che è una vera e propria epidemia che colpisce migliaia di adolescenti e bambini, destinando appositi fondi per migliorare la rete di cura dei Dca completa in tutti i livelli assistenziali e distribuita in maniera omogenea sul territorio regionale, potenziando inoltre l’offerta di posti letto in regime residenziale e venendo incontro a tantissime famiglie che oggi sono costrette a curare i propri figli lontano da casa. Il mio plauso a tutti gli esponenti del mondo della scienza e delle associazioni intervenuti in Commissione Sanità per sollecitare la politica a fare presto e subito, condividendo i principi della proposta di legge – aggiunge Ciarambino – Così come sono orgogliosa che questa mia proposta sia stata condivisa e sottoscritta da autorevoli colleghi di maggioranza e opposizione. Ritengo che quando parliamo di salute pubblica non c’è colore politico che debba essere anteposto all’interesse collettivo. Ora spero che questa legge giunga in tempi rapidi all’esame dell’assemblea regionale e trovi un consenso e una condivisione senza tentennamenti e divisioni» conclude Ciarambino.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche