lunedì 4 Marzo 2024
HomeCultura e SpettacoliFesta dei Gigli 2024, definite le postazioni e le aree di cantiere

Festa dei Gigli 2024, definite le postazioni e le aree di cantiere

Festa dei Gigli 2024, definite le postazioni e le aree di cantiere dei Gigli. La Barca sarà in piazza Duomo

Nola – Definite le postazioni dei Gigli e della Barca per l’edizione 2024 della Festa dei Gigli. Un importante passo in avanti, considerata la complessità della macchina organizzativa che prevede il superamento di non pochi passaggi prima della chiusura del programma delle attività che culmineranno a giugno nella ballata degli obelischi.

Per l’assegnazione delle postazioni si è ricorsi al sorteggio e successivamente ad un accordo mediato dalla Fondazione Festa dei Gigli con un attento lavoro del presidente e dell’intero Consiglio di amministrazione, restituendo – in questo modo – la soluzione ottimale e condivisa con tutti i protagonisti del rituale.

In particolare, l’Ortolano sarà a piazza Principe Umberto (piazzaVilla), il Salumiere a piazza Clemenziano, il Bettoliere a piazza Immacolata, il Panettiere a piazza Collegio, il Beccaio a piazza Giordano Bruno, il Calzolaio a piazza Santorelli, il Fabbro a piazza Marco Clodio Marcello, il Sarto a piazza Paolo Maggio. La Barca su proposta del presidente della Fondazione Festa dei Gigli, Francesco De Falco, condivisa con il CDA, i maestri di festa e le paranze, sarà in piazza Duomo per rimarcare la centralità del messaggio di San Paolino. Una scelta storica che restituisce piena centralità a quella che da sempre viene definita il simbolo della Festa.

Sempre in virtù del nuovo regolamento, dopo la definizione delle postazioni, in “automatico” sono state individuate altresì le aree di cantiere dove saranno costruiti gli obelischi. La modifica del regolamento, che assegna preventivamente a ciascuna piazza – postazione, la relativa area di cantiere, ha infatti velocizzato questo passaggio che in passato necessitava spesso di ulteriori momenti di confronto tra i vari attori della Festa.

A seguito di ciò, abbiamo che l’Ortolano avrà la sua area di cantiere in corso Tommaso Vitale, angolo via De Notaris, il Salumiere sarà realizzato in piazza Clemenziano, il Bettoliere sarà costruito a piazza Collegio così come il Panettiere. Il Beccaio, invece, in piazza Giordano Bruno, così come il Calzolaio. Il Fabbro in piazza Marco Clodio Marcello, ed il Sarto in piazza Paolo Maggio.

“In maniera condivisa con i maestri di festa abbiamo definito le postazioni dei Gigli e della Barca – afferma il Presidente della Fondazione Festa dei Gigli, Francesco De Falco – ci tengo a sottolineare lo storico traguardo, perseguito e raggiunto attraverso la condivisione e il dialogo, di collocare la Barca in piazza Duomo, scelta che rimarca l’identità storica e la matrice religiosa della nostra Festa.In un unico momento abbiamo definito anche le aree di cantiere grazie alla nuova previsione del regolamento che ci consente di superare burocratismi superflui. Ora continuiamo a lavorare tutti insieme per un’ edizione della Festa immaginata come un grande evento esteso nel corso dell’intero anno e caratterizzato da contenuti e proposte di qualità, capaci di coniugare folklore, cultura e fede”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche