venerdì 23 Aprile 2021
HomeAttualitàFesta di San Michele, "Nessun festeggiamento, ma almeno la cerimonia religiosa"

Festa di San Michele, “Nessun festeggiamento, ma almeno la cerimonia religiosa”

OTTAVIANO. Il Covid nel 2020 ha bloccato una delle Feste più sentite e antiche dell’area Vesuviana, quella in onore di San Michele Arcangelo patrono di Ottaviano. Sarà lo stesso quest’anno, ma si punta a celebrare la funzione religiosa sempre rispettando le regole da contenimento del contagio. Lo hanno fatto sapere con un manifesto il sindaco Luca Capasso, l’assessore agli Eventi   Biagio Simonetti e per il Comitato Ottajano Festa Lello Moccia.
“Cari concittadini, anche quest’anno dobbiamo per causa pandemia Covid-19 rinunciare alle attività di aggregazione sociale connesse alle celebrazioni religiose del Patrono di Ottaviano San Michele Arcangelo”, si legge nella nota, “L’emergenza sanitaria in corso che si prolunga come stabilito dal Consiglio dei Ministri, che ha deliberato la proroga dello stato di emergenza fino al 30 aprile 2021, salvo nuove norme di emergenza, ci impongono delle scelte molto dolorose ma obbligate in relazione alle consuete celebrazioni della festa Patronale”.

L’Amministrazione comunale e il Comitato Ottajano Festa ritengono evidenziare, nel rispetto delle norme sanitarie e sicurezza, di poter almeno organizzare la cerimonia religiosa, come avvenuto nell’anno 2020. Anche a distanza sentiamo forte il senso della Comunità Ottavianese che comprenderà le nostre scelte. Il nostro Patrono protegga sempre Ottaviano”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti