giovedì 30 Maggio 2024
HomePoliticaGiornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

VOLLA. Anche il Comune di Volla celebra la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il 20 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. La data ricorda l’approvazione della Convenzione dei diritti dell’infanzia (Convention on the Rigths of the Child) approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989.

Costruita armonizzando differenti esperienze culturali e giuridiche, la Convenzione enuncia per la prima volta, in forma coerente, i diritti fondamentali che devono essere riconosciuti e garantiti a tutti i bambini e a tutte le bambine del mondo.

“Il documento resta un riferimento costante per tutti coloro che operano nel mondo della scuola, per riflettere e ricordare i diritti fondamentali dei bambini e dei ragazzi della cultura e dell’uguaglianza”sostiene l’assessore all’infanzia la Prof.ssa Simona Mauriello.

Anche il Comune di Volla, Città amica dei bambini e delle bambine Unicef, ha organizzato  iniziative sul territorio per celebrare la Giornata dei diritti dell’Infanzia e l’Adolescenza.

In programma eventi, incontri e manifestazioni di sensibilizzazione, per riflettere sui diritti dei bambini e degli adolescenti, diffondere i principi della Convenzione e impegnarsi, a scuola e fuori dalla scuola, a difenderli e metterli in pratica, dice l’assessore all’infanzia la Prof.ssa Simona Mauriello, affinché i principi della Convenzione non restino degli intenti, ma vengano conosciuti, difesi e messi in pratica.

Quest’anno, tra l’altro, ricorre il 25esimo anniversario della Carta dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Un anniversario importante che impegna ancor di più noi adulti a garantire il diritto alla vita, di beneficiare dei servizi all’infanzia, alla libertà di espressione, di pensiero, di coscienza, di religione, alla salute, all’educazione, al riposo, al tempo libero, il diritto di dedicarsi al gioco e ad attività ricreative, di partecipare liberamente alla vita culturale e artistica.

C’è sicuramente ancora molta strada da percorrere ma è solo unendo le forze che riusciremo a raggiungere questo doveroso obiettivo.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche