venerdì 14 Giugno 2024
HomeCultura e Spettacoli"Iliade, la guerra di Troia" in scena all'Anfiteatro di Avella

“Iliade, la guerra di Troia” in scena all’Anfiteatro di Avella

Iliade. La guerra di Troia

Ispirato ai poemi del ciclo omerico, lo spettacolo racconta la guerra di Troia attraverso la ricostruzione data da Andromaca, moglie di Ettore, un attimo prima della sua cattura: stringendo tra le braccia il figlio, in una Troia che già brucia nelle fiamme Achee, Andromaca racconta di Paride ed Elena, dell’odio di Menelao, di Achille e della sua ira funesta, di suo marito Ettore, di Priamo, delle grandi battaglie e degli eroi immortali.

Ma è, sopra ogni altra cosa, una storia di uomini. Una storia di carne e sangue e quindi anche di cuori che battono, di tradimenti, di valori.

Gli episodi prendono corpo, rappresentati dagli attori mentre la protagonista parla. Parla da principessa, da donna e da madre. E offre una lettura dell’Iliade fedele e al contempo moderna. Lo spettacolo sfrutterà la cornice del maestoso Anfiteatro Romano di Avella, rendendolo ambiente onirico e al contempo emozionale, in cui gli spettri di un passato, evocato dalla protagonista, prenderanno corpo. E’ da queste pietre e dalle note una ninna nanna, che riemergeranno antichi amori e congiure, duelli e morti.

“L’Iliade” sfrutta la semplicità della messa in scena per permettere allo spettatore di vivere a pieno i duelli degli eroi e i tormenti dei protagonisti: il pubblico si trova ad essere compagno di viaggio degli attori che cambieranno forma, interpretando i personaggi più noti dell’opera omerica.

Produzione: Il Demiurgo

Drammaturgia: Franco Nappi Daniele Acerra Regia: Franco Nappi

Con:

Chiara Vitiello Franco Nappi Valerio Lombardi Marco Serra

Costumi e Scenografia

Filomena Mazzocca & Mario Serra da una foto di Alessandro Calamo

Lo spettacolo è inserito all’interno del festival “I Racconti di Dioniso”.

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche