martedì 18 Giugno 2024
HomePoliticaImmigrazione, Rescigno e Meloni: "L'invasione bengalese a Palma Campania è emergenza nazionale....

Immigrazione, Rescigno e Meloni: “L’invasione bengalese a Palma Campania è emergenza nazionale. stop alle residenze per gli stranieri senza fissa dimora”

PALMA CAMPANIA. “Il prossimo Parlamento si occuperà in modo concreto dell’emergenza bengalesi a Palma Campania, diventata una questione di interesse nazionale”.

A dirlo è Carmela Rescigno, capolista di Fratelli di Italia alla Camera dei Deputati nel collegio Napoli Sud.

“Il nostro leader nazionale Giorgia Meloni, oggi in tour in Campania, mi ha garantito che dal 5 marzo, da deputato, seguirò personalmente con il gruppo parlamentare di Fdi il caso Palma Campania, inviduando una soluzione legislativa che eviti uno scontro sociale” – chiarisce Rescigno.

“A Palma Campania come in altri Comuni italiani si è creata una concentrazione di stranieri, favorita dall’assenza di controlli, che ha generato un clima di esasperazione sociale e insicurezza tra le popolazioni locali” evidenzia Meloni.

“L’invasione di bengalesi a Palma Campania, che oggi hanno raggiunto circa il 30% della popolazione (4578 bengalesi su 18.026) è il risultato di una legge sbagliata, la n.94 del 2009 che consente il rilascio della residenza agli immigrati senza fissa dimora. Una legge che in Parlamento chiederò di abolire o modificare” continua la capolista di Fdi.

“Il primo atto che presenterò, infatti, sarà un disegno di legge che abolisca o riduca a una quota massima del 5 % della popolazione residente la norma che impone ai Comuni di concedere la residenza per gli stranieri senza fissa dimora indicando semplicemnte un domicilio. A Palma Campania, grazie a questa legge che noi cancellermo, i bengalesi hanno ottenuto la residenza indicando come domicilio la sede di un sindacato” conclude Rescigno
si procedo

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche