mercoledì 3 Giugno 2020
Home Politica Incendio Prt Sarno, Villani presenta interrogazione al ministro Costa

Incendio Prt Sarno, Villani presenta interrogazione al ministro Costa

SARNO. Incendio Prt a Sarno, continua la battaglia del M5S. Villani presenta un’interrogazione al ministro Costa.

La Deputata del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani presenta un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’ambiente Sergio Costa sull’incendio alla ditta Polyurethan Recycling Technology di Sarno, avvenuto nella notte tra l’11 ed il 12 Marzo 2020: “E’ necessario fare chiarezza su quanto è accaduto, sulle autorizzazioni concesse alla ditta dalla Regione Campania e soprattutto, ho chiesto di promuovere una verifica, anche per il tramite del Comando dei carabinieri per la Tutela dell’Ambiente, per contrastare il danno ambientale. Un passo fondamentale per garantire la sicurezza dei cittadini e la tutela dell’ambiente in relazione all’impianto di rifiuti speciali nel territorio del comune di Sarno” dichiara la Deputata Virginia Villani “Insieme alla Senatrice M5S Luisa Angrisani, a breve incontreremo il Ministro Sergio Costa per discutere di questo tema. Nei prossimi giorni anche il MoVimento 5 Stelle agirà anche in Regione Campania, competente per materia, con l’interrogazione a firma dei consiglieri Michele Cammarano e Vincenzo Viglione”.Nei giorni successivi all’incendio alla ditta Prt, la Deputata Villani insieme alla Senatrice Luisa Angrisani e al Consigliere Regionale Michele Cammarano, avevano tempestivamente presentato un esposto alle Autorità e alla Regione Campania sulla verifica delle autorizzazioni e sui danni ambientali provocati nel territorio dall’incendio e da eventuali attività non conformi alla concessione regionale. “I dati dei rilievi Arpac effettuati dopo l’incendio sono allarmanti per concentrazione di diossine, furani e altri agenti inquinanti: la Regione, nei giorni successivi al rogo, ha in poco tempo autorizzato la ripresa dell’attività produttiva della PRT senza procedere ad accertare l’ eventuale sussistenza di inadempimenti circa le prescrizioni stabilite nell’autorizzazione all’impianto. Una scelta alquanto discutibile” dichiarano i rappresentanti M5S “Non resteremo a guardare: andremo fino in fondo su questo terribile incendio, verificando, oltretutto, se l’impianto in questione fosse o meno all’interno della lista dei siti sensibili della Prefettura. Si tratta di una battaglia che va combattuta insieme, col sostegno degli amministratori locali, per salvaguardare la salute dei cittadini e tutelare la nostra Terra”.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Somma. Pulcino di rapace salvato dalla polizia locale

SOMMA VESUVIANA. Un pulcino di rapace trovato in strada e destinato a morte certa è stato salvato dagli agenti della polizia locale di Somma...

Furto in casa, con inseguimento rocambolesco carabinieri ritrovano refurtiva

Pomigliano d'Arco. Un inseguimento rocambolesco degno di un film ha permesso ad un pattuglia dei carabinieri della Stazione di Pomigliano d'Arco di recuperare la...

Le terre d Bruno, il progetto del secondo circolo didattico di Nola

NOLA. Grande soddisfazione per il Secondo Circolo Didattico di Nola per la partecipazione al progetto Le Terre di Bruno, promosso nell’ambito del progetto 10.2.5C-FSEPON-CA-2018-18-Avviso...

“Saviano al Centro”, nasce il comitato civico. Le info

SAVIANO. Nasce il comitato civico "Saviano al Centro". Oggi, 2 giugno 2020, in un momento cruciale per il nostro Paese, durante questa sentita Festa della...

Nola. Minaccia ragazza con coltello, arrestato dalla polizia

NOLA. Ieri notte la centrale operativa del commissariato di Nola, ha ricevuto una segnalazione per la presenza in piazza D'Armi nella città nolana, di...
- Advertisment -