sabato 23 Ottobre 2021
HomePoliticaIncendio Prt Sarno, Villani presenta interrogazione al ministro Costa

Incendio Prt Sarno, Villani presenta interrogazione al ministro Costa

SARNO. Incendio Prt a Sarno, continua la battaglia del M5S. Villani presenta un’interrogazione al ministro Costa.

La Deputata del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani presenta un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’ambiente Sergio Costa sull’incendio alla ditta Polyurethan Recycling Technology di Sarno, avvenuto nella notte tra l’11 ed il 12 Marzo 2020: “E’ necessario fare chiarezza su quanto è accaduto, sulle autorizzazioni concesse alla ditta dalla Regione Campania e soprattutto, ho chiesto di promuovere una verifica, anche per il tramite del Comando dei carabinieri per la Tutela dell’Ambiente, per contrastare il danno ambientale. Un passo fondamentale per garantire la sicurezza dei cittadini e la tutela dell’ambiente in relazione all’impianto di rifiuti speciali nel territorio del comune di Sarno” dichiara la Deputata Virginia Villani “Insieme alla Senatrice M5S Luisa Angrisani, a breve incontreremo il Ministro Sergio Costa per discutere di questo tema. Nei prossimi giorni anche il MoVimento 5 Stelle agirà anche in Regione Campania, competente per materia, con l’interrogazione a firma dei consiglieri Michele Cammarano e Vincenzo Viglione”.Nei giorni successivi all’incendio alla ditta Prt, la Deputata Villani insieme alla Senatrice Luisa Angrisani e al Consigliere Regionale Michele Cammarano, avevano tempestivamente presentato un esposto alle Autorità e alla Regione Campania sulla verifica delle autorizzazioni e sui danni ambientali provocati nel territorio dall’incendio e da eventuali attività non conformi alla concessione regionale. “I dati dei rilievi Arpac effettuati dopo l’incendio sono allarmanti per concentrazione di diossine, furani e altri agenti inquinanti: la Regione, nei giorni successivi al rogo, ha in poco tempo autorizzato la ripresa dell’attività produttiva della PRT senza procedere ad accertare l’ eventuale sussistenza di inadempimenti circa le prescrizioni stabilite nell’autorizzazione all’impianto. Una scelta alquanto discutibile” dichiarano i rappresentanti M5S “Non resteremo a guardare: andremo fino in fondo su questo terribile incendio, verificando, oltretutto, se l’impianto in questione fosse o meno all’interno della lista dei siti sensibili della Prefettura. Si tratta di una battaglia che va combattuta insieme, col sostegno degli amministratori locali, per salvaguardare la salute dei cittadini e tutelare la nostra Terra”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti