giovedì 29 Luglio 2021
HomeCultura e SpettacoliJago, il famoso artista ospite a Tramandars. Sgarbi dice di lui...

Jago, il famoso artista ospite a Tramandars. Sgarbi dice di lui…

Somma Vesuviana. Tramandars “Trasmettere nel tempo arte e cultura nei luoghi storici di Somma Vesuviana” l’imperdibile evento con ospite d’eccezione Jago.

Tramandars, imperdibile evento organizzato in occasione della presentazione del nuovo numero della rivista Summae Civitas (coordinatore scientifico Domenico Russo) e dell’inaugurazione degli scavi sotterranei della Chiesa di Santa Maria del Pozzo con la speciale collaborazione di Bar Vernillo, Treqquarti, O’ Vascio – Room Gallery e la direzione artistica di Gaetano Di Maiolo.

La serata organizzata da giovani e rivolta a tutta la comunità cittadina si terrà lunedì 18 settembre alle 20 presso la chiesa di S. Maria del pozzo. Un aperitivo tra arte, musica ambient, sorprese e ospiti celebri. Un importante evento artistico-culturale che vedrà la attesissima presenza di uno straordinario ospite. Si tratta del noto scultore ciociaro Jacopo Cardillo, in arte Jago. Artista dal fascino poliedrico che ha fatto molto parlare di sé. La sua arte a partire dal web è giunta sino al Vaticano che gli ha commissionato un busto per sua Santità. Ma l’inedita lettura dell’iconografia religiosa del papa ha subito provocato un turbamento artistico-filosofico da parte della chiesa, che non poteva lasciare indifferente nemmeno la critica. Vittorio Sgarbi, spesso molto severo nei riguardi dell’arte contemporanea ha definito Jago come un artista degno d’ammirazione: “Il ritratto del papa e gli altri suoi lavori sono il segno di una disciplina che così pochi artisti hanno dimostrato nel 900. Le avanguardie hanno del tutto distratto gli scultori dalla forma, c’è coscienza della forma e necessità di esprimerla anche mediante la modernità del concetto”.

Ma come mai l’idea di proporre un artista così d’avanguardia e di rottura per la presentazione del nuovo numero della rivista Summae Civitas? “Mi è venuta l’idea di portare nella mia città qualcosa di diverso, che potesse attrarre e appassionare i miei coetanei. Ho cercato in rete e quando ho visto cosa riesce a creare Jago sono rimasto stupefatto”. Così risponde Tani Russo, giovane laureando in medicina e redattore della rivista Summae civitas che si è occupato dell’organizzazione della serata Tramandars.

Come è riuscito ad arrivare a lui?

“Ritengo che oggi la rete se ben usata possa essere un utile strumento per creare contatti e relazioni. Tramite il web sono arrivato ad avere il suo numero l’ho chiamato e gli ho parlato del mio progetto: la voglia di portare nella mia città qualcosa di stupefacente in occasione della nostra rivista, di far conoscere ai miei coetanei la bellezza della sua arte e con essa dell’arte in genere e lui mi ha detto di Sì”.

Come ha organizzato e gestito un evento così complesso?

“Jago non ha voluto essere pagato per la sua esibizione ma abbiamo provveduto alle spese per il viaggio, il vitto e l’alloggio per lui e per i suoi videomaker. Il comune ha offerto l’alloggio mentre per il vitto me ne sono occupato a mie spese. L’evento non è stato affatto semplice da organizzare ma mi hanno molto aiutato gli amici del bar Vernillo e Treqquarti , nonché il direttore artistico Gaetano di Maiolo”.

In cosa consisterà l’evento con Jago?

“Mi limito ad anticipare che durante l’evento Jago ci parlerà della sua esperienza di vita artistica, il suo modo di fare arte e cosa c’è dietro la realizzazione di una sua scultura. La mattina farà un tour per Somma con i suoi videomaker che lo accompagnano. Durante la serata ci saranno delle sorprese per lui e per gli ospiti che non posso rivelare”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Rosa Auriemmahttps://www.facebook.com/lalingua.langue/?fref=ts
Ha conseguito la laurea triennale in Lettere e Magistrale in Filologia Moderna presso L'università degli studi di Napoli "Federico II" con il massimo dei voti, discutendo una tesi in Storia della lingua italiana su un autore napoletano secentesco. Sin da piccola ha coltivato la passione per la scrittura e il giornalismo. Appassionata di linguistica e dialettologia, per scopi di ricerca ha fondato un blog tematico "La Lingua Langue", corredato da canale youtube al fine di divulgare contenuti multimediali e multiculturali.

Articoli recenti