martedì 21 Maggio 2024
HomeComunicati stampaLa città Metropolitana di Napoli investe 200 milioni in nuovi edifici scolastici:...

La città Metropolitana di Napoli investe 200 milioni in nuovi edifici scolastici: la mappa degli interventi

Sono stati presentati questa mattina gli interventi cantierati dalla Città Metropolitana nell’ambito del PNRR Scuole, che hanno visto l’utilizzo di tutti i fondi a propria disposizione, pari a 200 milioni di euro.

Si va dalla realizzazione di nuovi istituti ad Afragola (18 milioni), a San Gennaro Vesuviano (17 mln), a Terzigno (16,8), a Ischia (6,8), di nuove palestre su vari plessi, alla ristrutturazione di tanti edifici scolastici anche nella città di Napoli fino alla verifica della vulnerabilità sismica e ai conseguenti interventi per tutte le scuole dell’area metropolitana. Il Sindaco Manfredi: “Grande risultato, raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissi”

Duecento milioni di euro. A tanto ammontano i fondi messi a disposizione della Città Metropolitana di Napoli dal PNRR Scuole. E a tanto ammonta anche l’importo complessivo dei 54 interventi di nuova costruzione, ampliamento e ristrutturazione di edifici pubblici adibiti a uso scolastico di propria competenza che la Città Metropolitana di Napoli è riuscita a cantierare, per i quali, cioè, l’Ente di piazza Matteotti ha sottoscritto nei termini previsti i contratti e affidato i lavori alle ditte aggiudicatarie delle procedure a evidenza pubblica.

La Città Metropolitana di Napoli è, dunque, riuscita a utilizzare tutti i 200 milioni di euro disponibili nell’ambito delle Missioni del Programma Next Generation EU – PNRR riservate alla messa in sicurezza e alla riqualificazione dell’edilizia scolastica, alle infrastrutture per lo sport nelle scuole e alla costruzione di nuovi plessi, interessando tutte le aree territoriali, dalla città di Napoli all’area costiera e alle isole, dall’area nord a quella vesuviana-nolana. Senza tralasciare interventi significativi in termini di verifica della vulnerabilità sismica con l’adozione dei conseguenti provvedimenti necessari su tutta l’area metropolitana.

“Quello di oggi è un grande risultato, perché certifica il raggiungimento di un obiettivo che ci siamo prefissi quando ci è stata comunicata la possibilità di presentare progetti nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Abbiamo profuso il massimo impegno per riuscire a cantierare interventi per tutti i fondi che siamo stati capaci di intercettare, e così è stato”, ha affermato il Sindaco metropolitano, Gaetano Manfredi, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina nella Sala “Mariella Cirillo” di Palazzo Matteotti.

“Noi abbiamo rispettato perfettamente tutte le milestone – ha sottolineato il primo cittadino metropolitano – previste dal Ministero relative al PNRR e quindi al contratto di concessione del finanziamento: l’iter burocratico è completato, ora dobbiamo portare a termine le opere entro i termini stabiliti”.

“Ovviamente – ha proseguito il Sindaco Gaetano Manfredi – si tratta di interventi che vanno ad aggiungersi alle tante opere già in cantiere finanziate con fondi propri dell’Ente, sulla base di un programma che punta a offrire strutture scolastiche di qualità su tutto il territorio metropolitano. Ora non resta, dunque, che continuare a lavorare alacremente per portare a termine il più presto possibile tutto questo piano di infrastrutturazione, per garantire le migliori condizioni alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi per la propria formazione, perché possano prepararsi al meglio per affrontare le sfide che il futuro riserverà loro”.

Gli istituti scolastici di Napoli città

Nel capoluogo sottoscritti i contratti per i lavori di adeguamento alle norme antisismiche dell’Isis ‘Sannino – de Cillis’ di via Argine per circa 4 milioni di euro, per i lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Isis ‘Casanova’ per 2,2 milioni, per l’Iti ‘da Vinci’ per 7 milioni e mezzo di euro e per l’Is ‘de Nicola’ per 5 milioni.

Via anche ai lavori di ampliamento dell’ex Capalc, con un investimento di tre milioni e 900mila euro, all’abbattimento e ricostruzione della palazzina laboratori interna al plesso scolastico di via Arco Mirelli utilizzato dall’Isis ‘Pagano – Bernini’ attualmente inagibile e all’adeguamento e ristrutturazione della palazzina stessa per 3,5 milioni, oltre che agli interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento di una serie di istituti: il liceo scientifico ‘Mercalli’ centrale e l’Isis ‘Pagano’ per 4,4 mln; l’Isis ‘Petriccione’ di corso San Giovanni a Teduccio per 2,2; l’Isis ‘Elena di Savoia – Diaz’ per 7 milioni e 350mila; l’Itn ‘Duca degli Abruzzi’ per 1,3; il ‘Duca di Buonvicino’ centrale per 470mila; il Liceo ‘Umberto I’ per un milione (previsti il rifacimento della verticale dei bagni delle ragazze, la verifica dei solai e la sostituzione della controsoffittatura e dell’impianto di illuminazione con tecnologia led, la sistemazione di locali per il personale Ata, tinteggiatura e altri interventi); l’Is ‘Margherita di Savoia’ per 1,2 mln; l’Is ‘Galiani’ per 690mila, il ‘Pansini’ per 654mila e l’Ipia ‘Sannino’ di via de Meis per un milione e mezzo.

Infine, affidati i lavori di adeguamento impiantistico, abbattimento barriere architettoniche ed efficientamento energetico dell’Is ‘Gentileschi’ per 1,2 milioni, del liceo scientifico ‘Leon Battista Alberti’ per 7,4 mln, dell’Iti ‘Galileo Ferraris’ per 11,3 mln e per l’Itis ‘Leonardo da Vinci” per un importo di 8 milioni e mezzo.

Area Nord

Per l’area nord di Napoli, un grande investimento è previsto per la costruzione di un nuovo edificio scolastico, da realizzare mediante sostituzione edilizia, per l’Is ‘Sereni’ di Afragola: ben 18 milioni di euro. Poi via ai lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Is ‘Pertini’, sempre ad Afragola, per 1,4 milioni; all’ampliamento dell’Isis ‘Sereni’ di Cardito, con nuove aule e una palestra con un investimento di 4 milioni e mezzo, e a quello della sede dell’Itc ‘Siani’ di Casalnuovo con 3,2 mln.

Nuovi edifici da destinare esclusivamente a palestre scolastiche saranno realizzati a servizio dell’Is ‘Niglio’ di Frattamaggiore, con 2,4 mln, mentre l’Ipia ‘Marconi’ di Giugliano sarà sottoposto a una profonda riqualificazione strutturale, ambientale e funzionale con un intervento da 5 milioni e mezzo. Sarà ampliato anche l’Isis ‘Kant’ di Melito (5,2 mln), mentre lavori di ristrutturazione edilizia e adeguamento normativo e impiantistico partiranno all’Ipsar ‘A. Torrente’ di Casoria, con un investimento di 1,9 mln.

“Siamo molto soddisfatti – ha sottolineato Marianna Salierno, Consigliera metropolitana delegata alla Scuola per la città di Napoli e l’area Nord – del lavoro fatto dai tecnici e dagli amministrativi della Città Metropolitana, su impulso del Sindaco Manfredi e del Consiglio Metropolitano: grazie a questo impegno siamo riusciti anche a dimostrare all’Europa la capacità di spesa e di intervento del nostro Ente, i cui benefici ricadranno integralmente sui nostri studenti”.

Area costiera e isole

Nove gli interventi finanziati e cantierati nell’area costiera e nelle isole. Per queste ultime, si va dalla realizzazione di un nuovo edificio scolastico nel comune di Ischia, con un investimento di 6 milioni e 800mila euro, alla ristrutturazione edilizia per l’adeguamento impiantistico e normativo della palazzina inagibile sita nel complesso scolastico utilizzato dal Nautico e Polispecialistico ‘Caracciolo – da Procida” di Procida, per 3 mln.

Sulla terraferma, due interventi previsti nel comune di Pozzuoli: l’adeguamento sismico e impiantistico/normativo della palazzina inagibile ubicata nella sede succursale dell’Isis ‘Falcone’, in località Licola, per destinarla a plesso laboratori (2,8 mln), e la manutenzione straordinaria dell’Is ‘Virgilio’ (690mila euro).

Scendendo lungo la fascia costiera, via ai lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento della sede centrale del ‘Levi’ di Portici (610mila euro), alla costruzione del corpo palestra presso il nuovo istituto di Ercolano (la succursale dell’Isis Tilgher, in via Caprile – 2,7 mln – e ai lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento dell’Ipam ‘Colombo’ di Torre del Greco (un mln e 650mila), della sede centrale del ‘Pascal’ di Pompei (830mila) e dell’Itn ‘Bixio’ di Piano di Sorrento (2,7 mln).

“Abbiamo rispettato i termini e cantierato tutti i progetti previsti, attraverso un lavoro enorme: per questo voglio ringraziare tutto il personale della Città Metropolitana. Con questo piano daremo finalmente risposte importanti alle richieste di strutture all’avanguardia che ci provengono dal territorio, per costruire insieme il futuro dei nostri giovani”, ha aggiunto Ilaria Abagnale, Consigliera delegata alla Scuola per la restante parte dell’area metropolitana.

Area vesuviana interna – Nolano

Tredici gliinterventi per quest’area, per i quali si apriranno le porte dei cantieri, per un investimento complessivo di circa 51 milioni di euro.

Due i nuovi plessi: uno a Terzigno, un corpo aule e una palestra con un impegno complessivo di 16 milioni e 800mila euro, e uno a San Gennaro Vesuviano, la nuova sede – aule e palestra – dell’Isis ‘Caravaggio’, per 15 milioni e mezzo.

Nuovi edifici, ma questa volta per le palestre, per la succursale di Castello di Cisterna del ‘Munari’ (706mila euro) e dell’Isis ‘Ferraris’ di Marigliano (3 mln e 250mila). Sempre a Marigliano un altro intervento importante, l’ampliamento del Liceo ‘Colombo’, con un investimento di 4 milioni e 850 euro, oltre che l’adeguamento dell’Its ‘Rossi Doria’ (1,3 mln).

Lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento partiranno alla sede succursale dell’Isis “de’ Medici” di Ottaviano (1 mln), al ‘Rosmini’ di Palma Campania (1,5 mln), alla sede centrale del liceo scientifico ‘Torricelli’ (2,2) e all’Is ‘Majorana’ di Somma Vesuviana (3,2 mln), mentre all’Is ‘Barsanti’ di Pomigliano d’Arco si procederà con la riqualificazione delle aree all’aperto destinate ad attività sportive, con un impegno di 600mila euro.

Verifica della vulnerabilità sismica degli istituti

La Città Metropolitana ha inteso utilizzare una parte degli stanziamenti a disposizione anche per la verifica della vulnerabilità sismica e per indagini sui solai di tutti gli istituti scolastici di propria competenza, oltre che per i conseguenti interventi di adeguamento strutturale: siglati contratti per 10 milioni di euro di fondi PNRR per l’anno 2024 su tutto il territorio metropolitano.

Alla conferenza stampa hanno partecipato, tra gli altri, il Vicesindaco metropolitano, Giuseppe Cirillo, diversi Consiglieri Metropolitani, Sindaci e amministratori dei Comuni interessati, il Segretario Generale della Città Metropolitana, Antonio Meola, il Capo di Gabinetto, Raffaele Chianese, il Vicecapo, Davide Leonardi, e i Dirigenti competenti, Pasquale Gaudino e Marianna Pedalino.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche