martedì 21 Maggio 2024
HomeSenza categoriaLa Provincia insegue i Subsonica. Al Palamaggiò di Caserta un concerto evento

La Provincia insegue i Subsonica. Al Palamaggiò di Caserta un concerto evento

CASERTA – Alle tastiere dj Boosta, alla chitarra Max, alla batteria Ninja, al basso Vicio e alla voce l’inconfondibile Samuel. Ecco il quintetto che sabato sera ha portato la propria arte al Palamaggiò di Caserta.


Cinque famosissimi nomi, che insieme creano una formazione insuperabile: i SUBSONICA. E così la band made in Torino ha regalato un concerto davvero inimitabile: l’eclissi. E l’eclissi è anche il nome del loro ultimo album. Più elettronico, forse, ma sicuramente dai testi più riflessivi, maturi. Come “Canenero”, uno dei brani proposti sabato sera e che ha attirato l’attenzione dell’intero pubblico. Una canzone per parlare della violenza sessuale sui bambini e che mostra quanto la musica sia efficace per combattere i problemi reali. I subsonica nascono nell’estate del 1996, unendo alcuni dei migliori esponenti della scena musicale alternativa torinese. Nella primavera del 1997 il singolo Istantanee anticipa SubsOnicA, il primo disco del gruppo. Ma è con Microchip emozionale del 1999 che i ragazzi scalano la vetta. E così prende il via il successo, che porta i Subsonica a comporre altri cinque album. Amata dalla critica, ma soprattutto dal pubblico, la band è giunta a Caserta per portare ai propri fan due ore intense di musica e divertimento. Le luci, la buona musica, il coro del pubblico e la simpatia di Samuel hanno confermato la capacità del quintetto torinese di non smentire mai la propria bravura. Con un saluto a Roberto Saviano, elogiato dai Subsonica per la sua caparbietà nel combattere la camorra, si è concluso il concerto tanto atteso. Un concerto che ha visto ballare centinaia di ragazzi provenienti da tutta la Campania. Un concerto indice della buona musica che in Italia qualcuno ancora sa fare.

Gabriella Castiello

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche