lunedì 26 Settembre 2022
HomeAttualitàLavoro, crisi settore grande distribuzione. Domani Sit-in Auchan a Mugnano

Lavoro, crisi settore grande distribuzione. Domani Sit-in Auchan a Mugnano

Lavoro, crisi settore grande distribuzione. Domani Sit-in di protesta alle 10:30 Auchan a Mugnano. La Uiltucs chiede una soluzione immediata per i lavoratori.

La crisi della grande distribuzione rischia di diventare sempre più problematica. In questi giorni le vertenze aperte d Media World e Auchan restano caldissime e per sabato 9 maggio a livello nazionale i sindacati Uiltucs, Filcams, Fisascat hanno indetto uno sciopero dei vari punti vendita con iniziative diverse in tutta la nazione. I lavoratori dei punti venditi della Campania hanno deciso di attuare un Sit-in all’esterno del punto vendita di Mugnano che durerà fino alle 14 mentre nel periodo serale e notturno nel punto vendita di Via Argine. Dalle 10:30 a Mugnano i lavoratori incentrano una protesta civile ma forte per manifestare il loro dissenso ai tagli previsti. “La Uiltucs sta lavorando – dichiara Gennaro Strazzullo – segretario generale della Uiltucs – per evitare questi tagli scellerati e la chiusura dei punti vendita Auchan. stiamo seguendo con la massima attenzione la vicenda con i nostri delegati che hanno intrapreso il massimo impegno per una vertenza che rischia di lasciare a casa tantissime famiglie”.

Il sit-in inizierà alle 10:30

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti