giovedì 6 Ottobre 2022
HomeAttualitàLegalità, la rete di Libera arriva a Volla con i volontari dell'Iris

Legalità, la rete di Libera arriva a Volla con i volontari dell’Iris

VOLLA. La rete della legalità si allarga e si espande: l’associazione Libera arriva a Volla con i volontari dell’Iris. Un nuovo presidio dell’associazione nazionale, che ha scelto i colori dell’arcobaleno a simbolo di “rinascita”, sarà inaugurato domani sera, alle 18 e 30, nella sala consiliare del Comune di Volla.

A rappresentare il presidio nascente di Libera, fondata da don Luigi Ciotti nel 1995, e, che da allora continua ad  irradiarsi sul territorio nazionale per occuparsi incessantemente di memoria, sensibilizzazione e contrasto al fenomeno delle mafie, sarà “Iris Volla”, un’associazione locale nata nel 2008 da un gruppo di giovani vollesi. Sono laureati e laureandi attivi  nel mondo del sociale e vicini alla sensibilizzazione del territorio riguardo ai principali disagi sociali, in particolare quelli legati ai fenomeni della criminalità organizzata. Il presidio di Libera Volla, quindi, ha lo scopo di rafforzare questa volontà di combattere le mafie e promuovere una cultura che valorizzi la legalità, la giustizia e la solidarietà e far sì che questi valori possano incidere sul riflesso culturale dei cittadini. Per incoraggiare e sostenere questi obiettivi la rete fondante il presidio sarà aperta anche alle altre realtà associative, movimenti religiosi e scuole del  territorio che risulteranno interessate a contribuire alla sua crescita. Ad affiancare  i volontari dell’Iris ci sarà, inoltre, l’istituto comprensivo “San Giovanni Bosco” e la parrocchia “Immacolata e S. Michele”. «L’inaugurazione del nuovo presidio – spiega Milena D’Aniello, membro dell’associazione Iris e referente vollese di Libera – è la prima tappa di un percorso iniziato circa due anni fa, quando abbiamo iniziato a guardare da vicino il mondo della legalità attraverso i suoi due punti cardine, l’impegno e la memoria. L’evento di oggi – prosegue – va a concludere una serie di incontri svolti nella Chiesa e nella scuola che collaborano con l’associazione e rappresenterà il punto di partenza per nuovi percorsi, atti a formare ed educare i cittadini di Volla. Una maggiore attenzione sarà rivolta all’individuazione delle vittime innocenti di camorra nel territorio vollese».
Dopo i saluti istituzionali del sindaco Angelo Guadagno e dell’assessore alla Legalità Agostino Navarro, interverranno Giuseppe Visone, sostituto procuratore presso il Tribunale di Nola; Massimiliano Manfredi, membro della Commissione Parlamentare Antimafia; don Tonino Palmese, coordinatore regionale “Libera” e Antonio D’Amore, coordinatore provinciale “Libera”.

 

 

fonte di Patrizia Panico da Il Mattino area sud-costiera

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti