venerdì 17 Settembre 2021
HomePoliticaMassa, in due alle Primarie del Pd e l'escluso pensa alla lista...

Massa, in due alle Primarie del Pd e l’escluso pensa alla lista civica

MASSA DI SOMMA. Verso le Comunali. E’ il giorno delle Primarie del Pd mentre l’escluso pensa alla lista civica: questa mattina partirà la sfida a due tra i dem Rosanna Olimpo (attualmente assessore e vicesindaco) e Gioacchino Madonna (assessore): urne aperte dalle 8 fino alle 21.

E’ tutto pronto, nella sede locale del Partito democratico c’è fermento e soprattutto emozione: i due sfidanti si sono dati una stretta di mano augurandosi “buona fortuna” a vicenda. Si dia il via alla sfida.

Il voto – che si potrà effettuare nell’unica sezione allestita presso il Centro sociale, lungo il Corso Tullio Boccarusso – designerà chi dei due sarà l’effettivo candidato sindaco non solo del Pd ma del centrosinistra. Il candidato che da domani in poi dovrà cercare di conquistare ancor di più la fiducia dei circa 4mila aventi diritto al voto nella comunità di Massa di Somma per il voto alle amministrative previste per il 12 giugno prossimo.

Ci si augura sia una giornata senza postumi negativi: le primarie storicamente hanno una brutta nominata per gli scandali dei presunti “brogli” e come non dimenticare, per ultime, le scene da “compravendita” mostrate alle primarie partenopee di dieci giorni fa. Ma nel piccolo Comune dell’hinterland vesuviano al seggio per le primarie gli spiccioli non serviranno: gli elettori potranno dimenticare il portamonete a casa perché il voto è gratuito. “E’ un diritto al voto”, ha ammonito secco il segretario Pd locale, Vincenzo Ciriello (nonché segretario provinciale dei Gd). Eppure qualche nuvola resta ancora all’orizzonte all’interno del Partito locale: il malcontento di un candidato escluso alle primarie. Raffaele Savarese, uno di quelli che si definisce “storico” di un partito, era fortemente intenzionato a correre per il pre voto – e come gli altri – per vincere. Ma la sua corsa è stata arrestata nell’immediato a causa delle firme insufficienti per la sottoscrizione. Ne è seguito un ricorso ma proprio venerdì sera Raffaele Savarese ha ricevuto la stoccata definitiva da parte della commissione di garanzia provinciale sulle primarie del Pd, che ha annullato il dispositivo di sospensione dando così il via libera alle primarie a Massa di Somma.

Tradotto per il ricorsista: ricorso bocciato, fine della corsa. Almeno all’interno del Pd perché con un post sul suo profilo fb, Savarese ha palesato tutta la sua amarezza nei confronti del “suo” partito, dal quale dire che si sia sentito tradito è riduttivo: “Vengo a conoscenza che il segretario provinciale ha autorizzato le primarie senza che ne lui e ne altri si sono degnati di farmi almeno una comunicazione sul come e perché – scrive Savarese su Fb – non ci posso credere, lo reputo un atto che nella mia storia politica non ha precedenti”. Uno “schiaffo” inatteso al quale l’escluso non porge l’altra guancia. Anzi. Rilancia la sfida: “Siccome non mi considero ancora tra quelli che hanno appeso le ‘scarpette al chiodo’ – prosegue nel post – nelle prossime settimane aprirò un grande confronto sul territorio per verificare insieme a tanti amici e compagni al fine di mettere in campo una proposta alternativa”.

Intanto gli altri competitor alle amministrative si godono la propria campagna elettorale. L’altra sera Salvatore Esposito, a capo di una lista civica nata dall’associazione “Laboratorio delle Idee”, ha esposto il suo progetto per la corsa alla poltrona di sindaco. Si chiama “Città Vesuviana” e si fonda su tre punti principali che mirano a sviluppare e promuovere  le eccellenze e il turismo del territorio di Massa di Somma e dei Comuni intorno al Vesuvio attraverso una cabina di regia vesuviana e intercomunale.

fonte Patrizia Panico – Il Mattino area sud-costiera

 

 

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti