martedì 18 Giugno 2024
HomePoliticaMichele Sepe: "Con la nostra visione di cambiamento e sviluppo è la...

Michele Sepe: “Con la nostra visione di cambiamento e sviluppo è la volta buona per San Giuseppe”

“In questa campagna elettorale ho incontrato tante persone, stretto tantissime mani, ricevuto abbracci, ho sentito il nostro cuore battere all’unisono per questa terra straordinaria. Questa è la volta buona per San Giuseppe Vesuviano, che merita di tornare ad essere accogliente e in grado di attrarre nuove opportunità e investimenti” – così Michele Sepe, candidato sindaco di San Giuseppe Vesuviano, che venerdì 7 giugno alle ore 21.30 concluderà la sua campagna elettorale con un comizio in Piazza Garibaldi.

A poche ore dal silenzio elettorale traccia il suo personale bilancio di una campagna elettorale “vissuta tra la gente, nei quartieri, spiegando, da donne e uomini liberi quali siamo, la nostra idea di città. Al centro della nostra visione c’è un obiettivo concreto: costruire una città che rispecchi i valori di tutti i suoi abitanti, un modello di inclusività e vivibilità per il futuro. Il nostro programma è ambizioso e punta al benessere dei cittadini” – continua il candidato sindaco, sostenuto dall’unica coalizione che unisce una forte rappresentanza di forze politiche nazionali (PD, CDU e M5S) con liste civiche radicate nel territorio (Libera, Noi Scalesi, Noi per SGV).

“La nostra azione politica si basa su una stretta collaborazione con tutte le istituzioni per ottenere finanziamenti essenziali per riqualificare le scuole, le strade, realizzare impianti sportivi, parchi ed eventi culturali che renderanno San Giuseppe sempre più bella e vivibile. Siamo il polo del cambiamento, determinati a rompere completamente con il passato” – spiega il candidato sindaco.

Nella visione di San Giuseppe Vesuviano raccontata da Sepe in queste settimane, si parte dalle periferie: “Nei primi sei mesi di governo, ci concentreremo sulla riqualificazione delle piazze e dei luoghi di aggregazione nei rioni come Casilli, Nappi, Belvedere, Piano del Principe, San Leonardo e Santa Maria La Scala, con un investimento di circa 3 milioni di euro. Il nostro impegno è che ogni luogo del nostro comune si senta al centro dell’agenda politica. Abbiamo immaginato un investimento di oltre un milione e mezzo di euro per aprire sedi distaccate degli uffici comunali nei rioni, avvicinando i servizi ai cittadini”.

Ma gli altri interventi riguarderanno anche “il cantiere per la pista ciclopedonale lungo la linea ferroviaria dismessa Torre-Cancello e il rinnovo delle piazze di quartiere per renderle luoghi accoglienti. Miglioreremo le infrastrutture, garantiremo la regolarità edilizia e miglioreremo i servizi essenziali. Investiremo nella sicurezza, nelle scuole e nell’assistenza sanitaria.”

Un programma concreto che non dimentica il tessuto imprenditoriale locale, che da anni vive una crisi: “Creeremo opportunità di lavoro e sviluppo economico. Per i giovani, istituiremo nuove iniziative culturali ed educative e riapriremo spazi sportivi. Per l’ambiente, miglioreremo la raccolta differenziata, promuoveremo la mobilità sostenibile e digitalizzeremo l’amministrazione per renderla più efficiente e trasparente. Insieme possiamo creare una città più equa e vivibile per tutti, dove ogni zona, ogni quartiere e ogni cittadino possa sentirsi orgoglioso di far parte della nostra comunità. È la volta buona” – conclude Sepe.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche