lunedì 24 Giugno 2024
HomeAttualitàMultati sette esercenti anastasiani

Multati sette esercenti anastasiani

SANT’ANASTASIA. Scattano le multe per gli “incivili”. Dopo un primo intervento dell’esercito che, lo ricordiamo, ha ripulito la zona antistante l’ufficio postale, c’è chi ancora non ha capito che i cittadini sono i primi a dover mantenere pulito il paese. Atti come depositare i rifiuti al di fuori degli orari stabiliti e non rispettare la differenziazione, di certo non aiutano ad uscire dallo stato di crisi attuale. “Non è più possibile tollerare segnali di inciviltà. La differenziata va attuata non bene, ma in maniera ottima, se vogliamo veramente scongiurare il ripetersi di emergenze come quella che stiamo vivendo. La Polizia Municipale – affermano il sindaco, Carmine Pone e l’assessore all’ambiente, Pasquale Coppola – ha avuto un indirizzo prioritario e preciso: rilevare e multare comportamenti di cittadini non conformi alle ordinanze relative alla raccolta differenziata ed agli orari in cui è consentito conferire i rifiuti negli appositi cassonetti. Noi ci siamo attivati per aumentare i conferimenti, l’esercito ci sta aiutando ad uscire dalla crisi, le parrocchie e le associazioni si muovono a favore della differenziata e, invece, vi è chi non rispetta le regole. Non è possibile tollerarlo”. Il Comandante della polizia municipale, il maggiore Fabrizio Palladino, questa mattina ha personalmente seguito le operazioni di controllo degli esercizi commerciali e rilevato sette infrazioni. Sono scattate così, in poche ore, sette multe da € 50,00 per deposito incontrollato dei rifiuti. Il controllo continua e andrà avanti anche nei prossimi giorni. Ieri, invece, dalle 14,00 alle 21,00 circa i genieri del 3° Reggimento Guastatori di Udine sono di nuovo intervenuti a Sant’Anastasia per liberare buona parte di via G. Leopardi da circa 35 tonnellate di indifferenziata, dando un po’ di sollievo ai cittadini che abitano nei parchi circostanti. Per questo secondo intervento è giunto in contrada Romani-167 l’intero nucleo composto da 20 genieri e 12 automezzi, di cui due speciali, e in breve tempo sono partiti per Caivano sei camion scortati dai carabinieri. Utile, ancora una volta, la collaborazione di 3 uomini dell’Amav Ambiente, con relativa pala meccanica ed un mezzo utilizzato per la disinfezione.

Mina Spadaro

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche