mercoledì 24 Aprile 2024
HomeCronacaNapoli. Bosso atteso per il Maggio dei Monumenti. De Majo: "Giorno Triste"

Napoli. Bosso atteso per il Maggio dei Monumenti. De Majo: “Giorno Triste”

NAPOLI. Morte Ezio Bosso. Il celebre direttore d’orchestra era atteso a Napoli per il 25 maggio in occasione del Maggio dei Monumenti. A rivelarlo l’assessora alla Cultura e Turismo Eleonora de Majo nel suo messaggio di cordoglio.

“Il 25 Maggio Ezio Bosso sarebbe venuto a Napoli, a chiudere il Maggio dei Monumenti.
Non lo sapeva ancora nessuno ma insieme stavamo organizzando una sorpresa per la città. La sua voce autorevole, pacata, il suo pensare libero e radicale, avrebbero accompagnato questa difficile ripartenza. Avrebbero dato forza alla visione di cui abbiamo infinitamente bisogno. “Considerami della squadra”, mi disse quando decise di venire. Ci eravamo sentiti durante il lockdown. Due telefonate lunghissime in cui abbiamo chiacchierato di tutto. Della crisi, della fatica e della solitudine di questo tempo, della necessità di reagire e di riappropriarsi lentamente del palcoscenico e della musica. Della necessità di andare a fondo in ogni cosa e di non fermarsi dinanzi agli ostacoli. Mai. Qualunque sia la loro natura. Serberò il ricordo di una delle persone migliori e più profonde con cui mi sia capitato di chiacchierare negli ultimi anni e il rimpianto di non aver fatto in tempo ad incontrarci, dopo esserci promessi che tutte le cose che avevamo cominciato a discutere andavano approfondite guardandoci negli occhi. Ezio Bosso era un uomo che aveva fame di amore e di umanità. Preoccupato del mondo molto più che di se stesso. Oggi è un giorno triste. Il nostro paese ha perso un uomo straordinario. Ciao Ezio, è stato un onore e un piacere conoscerti.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche