mercoledì 28 Febbraio 2024
HomeCronacaNOLA. Droga in un cantiere, carabinieri arrestano vigilante "in nero"

NOLA. Droga in un cantiere, carabinieri arrestano vigilante “in nero”

Controlli anche sulla sicurezza dei luoghi di lavoro
I carabinieri della stazione di Cicciano hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio Clemente Santoriello, 52enne del posto già noto alle forze dell’ordine.
Durante un controllo in un cantiere edile in via Boscofangone (Nola, ndr), i militari, insieme a quelli del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Napoli, hanno sorpreso l’uomo all’interno di un capanno.
Considerato verosimilmente la persona addetta alla vigilanza, impiegata “in nero”, il 52enne nascondeva in un container 320 grammi di marijuana e materiale per il confezionamento.
Non solo droga. Nel corso delle operazioni i carabinieri hanno contestato violazioni alla normativa sul lavoro al titolare della ditta impiegata nel cantiere. Notificate sanzioni per oltre 21mila euro, per l’imprenditore una denuncia in stato di libertà.
Santoriello, invece, è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche