sabato 13 Aprile 2024
HomeCultura e SpettacoliOmaggio allo scultore Antonio Borrelli con l'opera Continuum

Omaggio allo scultore Antonio Borrelli con l’opera Continuum

NAPOLI. Omaggio allo scultore Antonio Borrelli con l’opera Continuum. La città di Napoli e Aldo Masullo ricordano lo scultore Antonio Borrelli con l’istallazione dell’opera Continuum a Piazzetta Salazar.

Una festa per e con il quartiere di San Ferdinando per l’istallazione dell’opera “Continuum” di Antonio Borrelli in Piazzetta Salazar.  Ad un anno dalla scomparsa dell’artista che ha vissuto e lavorato nel quartiere per oltre mezzo secolo, l’Istituto d’Arte Palizzi, l’Istituto Studi Filosofici , la Fondazione Premio Napoli, con patrocinio della Soprintendenza,del Comune,e 1 Municipalità , alla presenza di studenti, colleghi, cittadini, amici e parenti , hanno fatto festa in Piazzetta Salazar, festa della Bellezza e dell’Amore come ha sottolineato il Filosofo Aldo Masullo che ha ricordato lo scultore con un suo intervento. Presenti oltre ai familiari dell’artista la moglie Diana Pezza e il figlio Francesco Emilio Borrelli l’assessore alla cultura del comune di Napoli Nino Daniele, l’avv. Mimmo Ciruzzi, il Presidente della I Municipalità Fabio Chiosi, il Prof. Gabriele Montagano responsabile Istituto Palizzi, la dottoressa Annalisa Porzio e l’architetto Cosimo Tarì della Soprintendenza di Napoli, la dott.ssa Anna Heiz dell’Istituto Italiano Studi Filosofici, la Dott.ssa Carmen Petillo della Fondazione Premio Napoli, i padri oblati del quartiere, il Giudice Francesco Favara, Lucia Valenzi della Fondazione Valenzi, i fratelli Arillo che hanno provveduto anche al restauro dell’opera, Mimma Sardella della Soprintendenza, Antonio e Arturo Sergio dei il Gambrinus e tanti amici, ex allievi e abitanti del quartiere dove il Prof. Borrelli ha lavorato e vissuto per oltre 50 anni. Tutti sono stati allietati dalla voce di Maria Fucci e dalle musiche di Prof. Giovanni Petrazzuolo.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche