giovedì 13 Giugno 2024
HomeAttualitàParla l'assessore Pasquale Ciccarelli: dal premio allo sviluppo

Parla l’assessore Pasquale Ciccarelli: dal premio allo sviluppo

Grande successo per la prima edizione del Premio Mediceo che ha regalato uno spettacolo inverosimile all’intera cittadina ottavianese.Il sorprendente successo del premio Mediceo nasconde un importante cornice di obbiettivi e un lungo lavoro che ci racconta l’assessore alla cultura e allo spettacolo , Pasquale Ciccarelli.


G. Il premio Mediceo , assessore Ciccarelli, rappresenta una vera e propria attività di marketing territoriale. Il successo di pubblico, gli ospiti e la manifestazione tutta è un ulteriore promozione ben riuscita del vostro territorio?Nel merito qual è il significato dei riconoscimenti attribuiti nell’ambito del premio Mediceo?
Il premio si è sviluppato su tre segmenti di attribuzione. Il Premio Mediceo, attestati di civica benemerenza e menzioni speciali. L’amministrazione comunale ha inteso , attraverso una commissione appositamente costituita, realizzare a cadenza biennale l’evento, conferendo il premio Mediceo a personaggi ottavianesi, o comunque legati al nostro territorio che si sono particolarmente distinti, nei campi dell’imprenditoria, ricerca scientifica, lettere, funzioni pubbliche ecc, sia a livello nazione che internazionale. Gli attestati di “civica benemerenza” sono stati attribuiti a singoli cittadini o enti o associazioni i quali impegnati nel sociale hanno realizzato ed ottenuto risultati significativi. Per quanto concerne le menzioni speciali la commissione le ha attribuite a personaggi che attraverso il loro impegno hanno sostenuto direttamente o indirettamente hanno l’attività amministrativa, e prestando eccellente sostegno nella comunità.
G. Assessore se mi consente una riflessione critica, il successo del premio Mediceo è un po’ l’antitesi di un’amministrazione che poco ha fatto in altri campi, come la viabilità , la sicurezza,lo sport,le infrastrutture.
Non è per nulla vero, forse le mie iniziative realizzate fino ad oggi, poiché di spessore dati gli ospiti o quanto meno il livello culturale sono risultate più affascinati o quanto meno più visibili direttamente, ma voglio precisare che la giunta capitanata da Mario Iervolino, a metà del suo cammino ha in corso di definizione opere di notevole valore. Voglio citarvi solo alcune di queste opere: le strade principali del nostro comune saranno rifatte, viale Cesare Augusto subirà un restailing totale, è in fase di rinnovo via Alveo Zennillo ed è stata completata via D’Annunzio a San Pennarello. A settembre andrà in appalto la riqualificazione dell’aerea dell’attuale campo di calcio e la gara per la realizzazione della tendostruttura. E’ stata già espletata la gara relativa ai lavori di sistemazione di quella che sarà la nuova aerea mercatile in rione Greco. Gli assessorati predisposti stanno valutando l’annoso problema della metarizzazione e la gestione dei RSU, che noi siano stati uno dei pochissimi comuni che è riuscito a gestire in modo adeguato l’emergenza. Purtroppo ci sono opere pubbliche che per vederne la realizzazione ne passeranno di anni, questa leziosità non è del tutto causata dal comune ma in parte dalla burocrazia che ne rallenta le procedura di realizzazione.
Dalle parole dell’assessore Ciccarelli sembrerebbe che Ottaviano è un paese in via di trasformazione. Solo il tempo ci dirà se effettivamente le attenzioni rispondono al vero o il tutto rientrerà nel famoso “libro dei sogni” che Ottaviano ha conservato grazie alle vecchie amministrazioni.

Giovanna Salvati

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche