martedì 18 Giugno 2024
HomeAttualitàUnione Ciechi

Unione Ciechi

SANT’ ANASTASIA. Ha la sua sede provinciale presso il centro polifunzionale “G. Liguori”, in via S. Giseppe, 12, l’ Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.


Sant’ Anastasia, Volla, Cercola, Massa di Somma e Pollena Trocchia sono i comuni nell’ ambito dei quali opera la sezione “vesuviana” dell’Unione a favore dei ciechi e di persone affette da disabilità visiva. Appunto a favore di chi è affetto da difetti o assenza totale della vista, la Rappresentanza dell’ Unione organizza numerose attività, tra cui: rappresentanza e tutela degli interessi morali e materiali dei ciechi presso l’Amministrazione statale, regionale, gli Enti, le aziende pubbliche e private mediante una continua azione di informazione, sensibilizzazione e di proposta su tutte le tematiche riguardanti la disabilità visiva. Assistenza per la definizione di pratiche per il conseguimento della pensione e/o dell’ indennità di accompagnamento. Obiettivo dell’ Unione, oltre la tutela, è anche l’ informazione, la quale viene effettuata attraverso le scuole e riguarda sia gli alunni che, laddove richiesta, insegnanti, genitori e disabili visivi. È nell’ interesse dell’ Unione anche l’ assistenza informatica per il reperimento, l’ installazione e il funzionamento degli ausili informatici per disabili visivi. Per chiunque fosse interessato è possibile visitare direttamente la sede dell’ Unione il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 16.00 alle 19.00.

Mina Spadaro

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche