mercoledì 30 Settembre 2020
Home Politica Parte il progetto Spes, prelievi di sangue anche a Palma

Parte il progetto Spes, prelievi di sangue anche a Palma

PALMA CAMPANIA. Progetto Spes, prelievi di sangue anche a Palma. Assessore Salvatore Addeo: «Progetto importante».

Uno studio epidemiologico trasversale sull’uomo al fine di indagare la correlazione tra esposizione ambientale e salute umana in Campania, attraverso biomarcatori di esposizione, biomarcatori di effetto biologico precoce, biomarcatori di suscettibilità genetica, biomarcatori ossidativi e immunitari. Una ricerca con l’obiettivo di validare un innovativo metodo di individuazione del rischio biologico.

Il progetto SPES approda anche a Palma Campania. Grazie al lavoro dell’assessore all’ambiente, dott. Salvatore Addeo, nella mattinata odierna, che fa il paio con quella di mercoledì, nella quale altri prelievi erano stati già effettuati, circa 35 ragazzi palmesi, individuati dagli stessi realizzatori del progetto, sono stati sottoposti ad esami del sangue per valutare lo stato di salute generale e la presenza di malattie infettive. Alcune di queste provette sono state spedite in laboratori italiani ed europei per la ricerca di metalli pesanti nel sangue delle persone esaminate.

- Advertisement -

Un progetto di altissimo rilievo, come sottolinea lo stesso Addeo: «Credo tantissimo nel progetto SPES – afferma l’assessore appena reduce dagli esami svolti in mattinata -, lo considero uno strumento fondamentale, attraverso il quale riusciremo a comprendere nella maniera più attendibile possibile il nesso esistente tra la correlazione ambientale e la salute umana nella nostra regione. Sarebbe un passo fondamentale verso la cura di tutte quelle malattie che oggi stanno, purtroppo, affliggendo la nostra martoriata Regione, non a caso ribattezzata con il triste appellativo di “Terra dei fuochi”. Lo stesso slogan scelto dagli ideatori, “SPES è una speranza, la nostra”, ci dà l’idea di quanto importante sia credere in un progetto come questo e, allo stesso tempo, conferirgli l’ossigeno necessario affinché possa ottenere i suoi risultati. Anche questa mattina, l’incontro con i ragazzi ed i prelievi effettuati, mi hanno dato l’ulteriore conferma della bontà del progetto, nonché, l’opportunità ai ragazzi che si sono sottoposti al controllo, di ricevere risposte certe sulle proprie condizioni di salute. Speriamo siano solo i primi passi verso un completo decollo e, di conseguenza, verso la soluzione, o, quanto meno, la forte attenuazione, di un dramma che la nostra terra sta vivendo. Da amministratore, sento il dovere di regalare a milioni di persone, una speranza per un futuro meno segnato da tragedie di questo tipo”.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

La caserma dei carabinieri di Saviano illuminata col tricolore

Saviano. Un tricolore illumina da qualche giorno la caserma dei carabinieri di Saviano. Luci verdi, bianche e rosse che si riflettono sull'edificio di ...

Pallavolo B1 F. Alessia Postiglione indicata capitano della Luvo Barattoli Arzano

Lo spogliatoio ha scelto la graduata per la prossima stagione di B1 Alessia Postiglione è pronta per affrontare la sua prima stagione da capitano della...

Scuola. Aprire in sicurezza, l’Asl Na3 sud forma insegnanti Covid

L’Asl Napoli 3 Sud al fianco degli istituti per una riapertura in sicurezza. In collaborazione con le istituzioni scolastiche regionali l’azienda sanitaria ha attivato...

Novità editoriale: “Sopravvissuti”. Le presentazioni

NAPOLI. Martedì 29 settembre ore 18:30  in diretta sul canale YouTube della Polidoro Editore con Vincenza Alfano, Giovanna Scalzo e Antonio Esposito e Sabato 3...

“Abitare la storia: la casa dei Correale”, visita guidata a Sorrento

SORRENTO. Il presidente Gaetano Mauro, il CdA e il direttore Filippo Merola, nell’ottica di collaborazione con le associazioni locali già da tempo intrapresa con...
- Advertisment -