lunedì 24 Giugno 2024
HomeAttualitàPd, Nicolais: "Dalla Campania voglia di cambiamento"

Pd, Nicolais: “Dalla Campania voglia di cambiamento”

NAPOLI. Inizia così il suo commento a caldo il Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione Luigi Nicolais sui risultati delle primarie in Campania che vedono le liste del Ministro intorno al 18 per cento per la regionale e intorno al 12 per cento per quella nazionale, raddoppiando così la media nazionale.


La lista, promossa da Nicolais con Giovanna Melandri, Anna Finocchiaro, Giuliano Amato, Tiziano Treu e Cesare Damiano, pur non essendo presente in tutti i collegi si afferma come una delle novità di queste primarie.
“Il risultato, va al di là delle migliori aspettative, ed è la conferma del fatto che stiamo costruendo il vero partito democratico di Walter Veltroni, coinvolgendo tante persone del mondo della cultura e delle professioni che hanno scelto di impegnarsi in politica mettendoci la faccia ed hanno deciso di farlo per costruire il PD. Con questi numeri parte una ventata delle energie migliori della società che porterà nuova ninfa al partito.”
Tra gli eletti tanti sono i giovani under 30, come Francesco Dinacci e Fabio Santoro, ex segretari della Sinistra Giovanile napoletana e campana, il consigliere d’Amministrazione della Federico II Antonio Chianese, i docenti universitari, come il preside di Scienze della Federico II Alberto Di Donato, il preside della Facoltà di Ingegneria della Seconda Università di Napoli Michele Di Natale, l’ex rettore dell’Università del Sannio Aniello Cimitile, amministratori locali come il presidente dei Piccoli Comuni dell’Anci Secondo Amalfitano ed esponenti del mondo dell’associazionismo e del sindacato come il segretario della Cgil di Napoli Peppe Errico e l’ex presidente della Lega Campana della Cooperative Domenico De Biase.

Francesco Di Rienzo

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche