sabato 13 Aprile 2024
HomeAttualitàPer i 35 anni del presepe vivente il fondatore finisce tra i...

Per i 35 anni del presepe vivente il fondatore finisce tra i pastori di Ferrigno

SANT’ANASTASIA. Quest’anno sarà la 35esima edizione del presepe vivente di Sant’Anastasia e un omaggio al fondatore arriva da Marco Ferrigno, tra i caposcuola nell’arte della terracotta napoletana.

Ecco allora che il maestro ha trasformato il medico Luigi De Simone in un pastore della tradizione napoletana. De Simone, psichiatra, è l’uomo che ha creato il presepe Vivente anastasiano alla fine degli anni ’70, e da allora non ha mancato un appuntamento la notte della vigilia di Natale. Un’opera che riesce a smuovere oltre 100 figuranti, che animano l’intero quartiere storico di Sant’Anastasia rappresentando il Mistero dell’Incarnazione di Gesù alla maniera di Francesco d’Assisi facendo memoria di quanto avvenne a Greccio, ad opera del Santo nel Natale del 1223. Un omaggio molto apprezzato dai suoi concittadini.

de simone sul presepe

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche