martedì 23 Aprile 2024
HomePoliticaPersonale in "stato di agitazione" al Comune di San Giuseppe Vesuviano

Personale in “stato di agitazione” al Comune di San Giuseppe Vesuviano

Pubblichiamo di seguito la lettere che i sindacalisti CGIL FP
Vincenzo Della Rocca e UIL FPL Antonio Fascia hanno inviato al Prefetto di Napoli,
alla Commissione di Garanzia per lo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali,
Al Commissario Prefettizio Comune di San Giuseppe Vesuviano e al Segretario Comunale.

La partecipazione massiccia che ha visto la maggioranza dei dipendenti presenziare all’assemblea
del 06/03/2024 è stato un evidente segnale che anche i lavoratori sono stufi dell’andazzo ormai
atavico dell’amministrazione e della relative parte pubblica della D.T..
Nell’ultima Delegazione trattante di comparto, tenutasi con il Comune di San Giuseppe Vesuviano
nel mese di dicembre 2023, le parti datoriale e sindacale hanno contrattato il riparto del Fondo
Chiedono
l’esigibilità e il rispetto dell’accordo preso sulla contrattazione integrativa decentrata anno 2023, a
tutt’oggi non ancora attuato, relativamente alle indennità accessorie tra cui la corresponsione
dell’indennità per Specifiche Responsabilità, Premio incentivante anno 2023, Indennità di
Condizione Lavoro, Indennità di Funzione, applicazione dei differenziali risultanti
dall’“APPROVAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L’ATTRIBUZIONE AL PERSONALE
DIPENDENTE DELLA PROGRESSIONE ECONOMICA ALL’INTERNO DELL’AREA” di cui
alla determinazione n. 1463 del 29/12/2023, allo stato non ancora produttiva dei conseguenti effetti
a far data dal 01/01/2023.
Atteso il lasso di tempo trascorso dalla sua sottoscrizione. L’assunzione di responsabilità,
unitamente al contributo portato per la definizione dell’accordo, non può indurci ad essere silenti. I
dipendenti, con senso di responsabilità, pur comprendendo le difficoltà dell’Ente ora dicono basta e
chiedono con forza il riconoscimento economico delle indennità accessorie relative agli istituti
contrattuali. Non è più pensabile proseguire in questo stato di cose senza avere riscontro per le
prestazioni lavorative brillantemente rese come risulta dal pieno raggiungimento degli obiettivi da
parte dei lavoratori E.Q.. I lavoratori non possono attendere anni per vedersi riconosciute indennità
relative a prestazioni rese quotidianamente per garantire i servizi alla cittadinanza.
Le scriventi OO..SS.. chiedono, a Sua eccellenza Ill.mo Prefetto di Napoli, nel dichiarare lo stato di
agitazione del personale l’attivazione della procedura del raffreddamento del conflitto, con le
iniziative che riterrà più idonee ed atte a scongiurare ulteriori e più incisive azioni di lotta del
personale dipendente, attraverso un tavolo negoziale di conciliazione preventiva ai sensi e per gli
effetti della legge 146/90 e sue successive modifiche (legge 83/2000) e di voler convocare apposito
incontro con le OO.. SS…
Nelle more di una convocazione con la presente vengono indette le seguenti assemblee del
personale:
• Lunedì 11 marzo assemblea dalle ore 09,00 alle ore 11,00 del personale: servizi sociali, ufficio
tributi, ufficio pubblica istruzione e personale P.M;
• Martedì 12 Marzo assemblea dalle ore 09,00 alle ore 11,00 del personale dipendente del
comune;
• Giovedì 14 Marzo assemblea dalle ore 09,00 alle ore 11,00 del personale dipendente del
comune;
• Venerdì 15 Marzo assemblea dalle ore 09,00 alle ore 11,00 del personale dipendente del
comune.

risorse decentrate 2023, approvando l’ultrattività del CCDI in vigore e una norma stralcio
sull’applicazione dei differenziali stipendiali art. 14 del CCNL del 16/11/2022, sancendo, inoltre, il
reciproco impegno di riconvocarsi ad inizio anno nuovo per avviare i lavori finalizzati alla stipula
del nuovo Contratto decentrato integrativo per il personale comunale.
L’assenza di tale Contratto decentrato, infatti, impedisce il recepimento delle significative
innovazioni introdotte dal CCNL 16/11/2022, precludendo la possibilità di applicazione di
importanti strumenti di valorizzazione in favore dei lavoratori.
Si rappresenta a sua Eccellenza Ill.mo Prefetto di Napoli che, a seguito degli accordi sottoscritti sul
fondo 2023 e applicazione delle progressioni all’interno dell’area tra le parti sociali e la parte
pubblica, la Giunta Commissariale recepiva e, conseguenzialmente, con Delibera N° 232 del 28-12-
2023 deliberava “ RECEPIMENTO IPOTESI ACCORDO CONTRATTO COLLETTIVO
DECENTRATO INTEGRATIVO (CCDI) PARTE ECONOMICA 2023 ED AUTORIZZAZIONE
AL PRESIDENTE DELLA DELEGAZIONE TRATTANTE ALLA SOTTOSCRIZIONE
DEFINITIVA.”
Le scriventi OO.SS. Provinciali, unitamente alla RSU del Comune di San Giuseppe Vesuviano

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche