mercoledì 22 Settembre 2021
HomeCronacaPollena. Imponevano tassi usurari al 120%, carabinieri arrestano 4 persone

Pollena. Imponevano tassi usurari al 120%, carabinieri arrestano 4 persone

Pollena Trocchia. Un commerciante si era trovato in gravi difficoltà economiche, aveva pensato di chiedere un prestito, ma da allora è cominciato il suo incubo. Dal quale si è risvegliato oggi quanto i carabinieri della Tenenza di Cercola, hanno arrestato 4 persone. I militari, infatti, stamattina, hanno dato
esecuzione in Napoli, Pollena Trocchìa e Rotello (CB) a quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Tribunale di Nola Ufficio Gip per i reati usura aggravata ed estorsione. Si tratta di A. V. di anni 57, C. G., di anni 50, S. C, di anni 40, C. P. di anni 44 che ora si trovano nelle case circondariali di Poggioreale,
Secondigliano e di Larino (Cb).

“Le indagini sono state avviate nell’ottobre 2019 a seguito di una denuncia”, si legge in una nota del procuratore di Nola Laura Triassi, “per usura sporta presso la Tenenza dei Carabinieri di Cercola da parte del titolare di un esercizio commerciale di Pollena Trocchia il quale, trovandosi in uno stato di difficoltà economica, sì era visto costretto a rivolgersi a soggetti dediti all’attività di usura tra cui gli odierni arrestati. Le difficoltà nel reperire il denaro ed assolvere alle obbligazioni contratte (il tasso di interesse praticato oscillava tra
il 20 ed il 120 % annuo) hanno ulteriomìente aggravato la posizione debitoria della vittima la quale ha subito anche azioni intimidatorie da parte degli usurai”. Le dichiarazioni rese in denuncia hanno trovato pieno riscontro nell’attività tecnica delegata dall’autorità giudiziaria., nel rinvenimento di prove documentali nonché in alcune
dichiarazioni di un collaboratore di giustizia coindagato con gli arrestati nello stesso procedimento penale.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti