giovedì 25 Febbraio 2021
Home Politica Pomigliano. Al via la riqualificazione del laghetto nel Parco

Pomigliano. Al via la riqualificazione del laghetto nel Parco

POMIGLIANO D’ARCO. Riqualificazione del laghetto nel Parco pubblico «Giovanni Paolo II».

Ci sarà acqua limpida, un pergolato, due moli e tutt’intorno un’area attrezzata a verde con panchine: nuova vita per il laghetto della villa comunale. Durante i lavori, la fauna acquatica sarà messa in salvo e custodita da una ditta specializzata.

L’amministrazione Russo considera il laghetto artificiale un elemento pregevole del patrimonio ambientale e ha messo in campo un intervento complessivo per arginare lo stato di degrado.

Prevista la riconfigurazione geometrica del laghetto tale raggiungere una profondità media di almeno 1,5 metri, ed una massima, in corrispondenza della parte centrale di 2 metri al fine di evitare la stratificazione delle acque soprattutto durante la stagione calda; il rifacimento dell’impermeabilizzazione di fondo del laghetto che presenta alcune discontinuità che costringono al continuo rabbocco della sua superficie liquida; la realizzazione di un sistema di aerazione artificiale al fine di avere nel volume di acqua una concertazione di ossigeno tale da evitare e fenomeni di anossia con tutte le conseguenze da essa derivanti; il rifacimento dei viali perimetrali il laghetto con la sistemazione di alcuni pozzetti che attualmente si presentano dissestati.

L’impresa affidataria ha previsto inoltre alcune migliorie al progetto posto a base d’asta: la realizzazione di un impianto fotovoltaico da 10 kW;  due pergolati in legno sui due moli corti del laghetto attrezzati con panchine, verde rampicante ed illuminazione al fine di migliorare la fruizione del laghetto;  un sistema di illuminazione d’accento consistente i 20 fari segna passo lungo il perimetro del laghetto; la sistemazione di tutta la pavimentazione in acciottolato lungo tutto il perimetro del laghetto; un sistema di fitodepurazione delle acque ad integrazione del sistema di aerazione posto a base d’asta.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti