lunedì 20 Maggio 2024
HomeCronacaPomigliano. Vandalizzata la stazione Pratola Ponte: svaligiata la biglietteria

Pomigliano. Vandalizzata la stazione Pratola Ponte: svaligiata la biglietteria

POMIGLIANO D’ARCO. Furto con danni alla stazione di Pratola Ponte, all’arrivo dei carabinieri la banda già in fuga.

Vandalizzata nella notta la stazione di Pratola Ponte a Pomigliano d’Arco. Verso le 22, dei balordi sono entrati scavalcando la recinzione esterna e hanno provocato numerosi danni.

Sono stati rotti i distributori delle bibite, con lo scopo di recuperare le monete introdotte dai viaggiatori che quotidianamente affollano la stazione pomiglianese. I delinquenti purtroppo non si sono limitati al danneggiamento degli apparecchi erogatori, ma hanno anche divelto il vetro antisfondamento della biglietteria. Qui hanno sottratto all’Ente computer e materiale di cancelleria. Nel frattempo alcuni passanti hanno notato degli strani movimenti e allertato i carabinieri. Nonostante l’arrivo tempestivo dei militari, la banda già si era dileguata.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche