martedì 21 Settembre 2021
HomePoliticaPortici, un tratto del mare non è balneabile. M5S: “Dal Comune nessuna...

Portici, un tratto del mare non è balneabile. M5S: “Dal Comune nessuna comunicazione, assurdo!”

Portici. Gli ultimi esami condotti dall’Arpac rilevano che parte del mare che bagna la città della Reggia non è balneabile. E dal Comune, denuncia del Movimento 5 Stelle di Portici, non è arrivata nessuna comunicazione ufficiale in merito. In particolare, rivelano le analisi dell’Arpac, la zona antistante l’ex lido Rex non è balneabile e calarsi in acqua rappresenta un rischio per la salute.

A denunciare la vicenda è Alessandro Caramiello, capogruppo dei 5 Stelle: “Al quarto piano di Palazzo Campitelli tutto tace, nessuna comunicazione ufficiale – spiega il consigliere comunale -. Il che è sconcertante perché quando il mare di Portici, secondo i dati Arpac, risulta balneabile, si canta alla vittoria, al grande lavoro del sindaco, quando invece l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale comunica che parte del nostro mare non è balneabile, non lo si comunica e c’è un silenzio assordante”.

Il consigliere comunale aggiunge, inoltre, che “Il mare a causa delle correnti a volte si presenta sporco, ma oggi l’ex lido Rex e la zona del lungomare risultano anche non balneabili. Non siamo contenti e non gioiamo nell’avere ragione, ma già le scorse settimane avevamo segnalato che il mare appariva inquinato – aggiunge -. Oggi siamo solo consapevoli che ci sono ancora problemi seri per il nostro mare e bisogna solo lavorare alacremente per avere un mare da bandiera blu su tutta la nostra costa. Solo allora saremo felici. Speriamo che il nuovo Sindaco di Napoli, congiuntamente alla Regione e agli organi preposti accelerino per risolvere problemi atavici che non consentono di godere appieno del nostro mare”. Dunque, il Movimento 5 Stelle continua a segnalare i problemi che persistono sulla costa porticese e in particolare per quanto riguarda la balneabilità del mare, siccome l’Arpac, da analisi condotte recentemente, ha evidenziato come, in alcune zone, è sconsigliato (vietato) entrare in acqua e, proprio per questo motivo, gli organi preposti devono accelerare i lavori per rendere l’intera costa pienamente balneabile.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti