martedì 16 Aprile 2024
HomeAppuntamentiPRESENTAZIONE DEL LIBRO di GIUSEPPE APREA: L’ISOLA, TERRA DEGLI ULIVI E D’INFINITE...

PRESENTAZIONE DEL LIBRO di GIUSEPPE APREA: L’ISOLA, TERRA DEGLI ULIVI E D’INFINITE STORIE

La storia dell’ulivo e dell’olio di Capri raccolta in 150 pagine, arricchite con foto di ieri e di oggi. Il prezioso volume scritto da Giuseppe Aprea ed edito dalla Conchiglia sarà presentato Martedì 2 Agosto alle 19.00 presso la Mediateca Mario Cacace di Anacapri

Personaggi, racconti e immagini dell’antica tradizione dell’olio a Capri ed Anacapri

Martedì 2 Agosto alle ore 19:00 presso la Mediateca Mario Cacace di Anacapri si terrà la presentazione del libro di Giuseppe Aprea “L’ISOLA, TERRA DEGLI ULIVI E D’INFINITE STORIE”. Interverranno Helga Sanità, docente di Antropologia presso UNISOB, Gabriele Della Morte, Università Cattolica di Milano, Saverio Pandolfi, membro del CNR IBBR di Perugia.

L’autore nel raccontare lo storico legame tra l’isola blu e l’olivocoltura, ha fatto emergere uno sconosciuto ma storico legame tra l’ulivo e l’isola di Capri, un rapporto che trasporta il lettore in epoca antichissima, quando l’isola era la meta scelta nei primi viaggi dei coloni provenienti dalla Grecia. In quello spazio di mare che l’uomo di oggi chiama Golfo di Napoli. Nello scorrere le pagine si apprende che l’ulivo era diffuso a Capri anche nel XVI secolo. Da alcune testimonianze poi si evince che già nel XVIII secolo il francese Montesquieu giudica l’olio isolano “il migliore olio d’Italia”.

La ricerca e lo scritto di Aprea attraverso i secoli porta a scoprire poi come sono stati aboliti molti uliveti, favorenti altre colture che hanno profondamente trasformato il paesaggio di Capri ed Anacapri, cosi come la sparizione di antiche tecniche e saperi scomparsi nel tempo. Il libro di Aprea regala alla fine un’ulteriore sorpresa rimasta fino ad ora sconosciuta, cioé la presenza di un culto e pratiche concrete collegate sull’isola, all’ulivo e all’ulivo coltura che ancora oggi sono radicate sul territorio, recuperando, modificando e adattandosi alle nuove esigenze commerciali ed imprenditoriali.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche