martedì 5 Marzo 2024
HomeAttualitàProtesta. Lavanderia ospedaliera, notte all'addiaccio per i lavoratori

Protesta. Lavanderia ospedaliera, notte all’addiaccio per i lavoratori

NAPOLI. Non sono andati via neanche per dormire i lavoratori del settore lavanderia, che da ieri stanno protestando davanti alla direzione sanitaria del II Policlinico. Da come raccontano gli operai, la nuova ditta appaltatrice per il “servizio lava noleggio dei tessili sanitari” li vorrebbe riassumere come “apprendistato professionalizzato” , nonostante la loro esperienza ultradecennale.

Continua la protesta dei lavoratori addetti alla lavanderia del settore ospedaliero, che da ieri stanno manifestando pacificamente all’esterno della direzione sanitaria del II Policlinico di Napoli. Gli operai hanno dormito all’addiaccio e tutt’oggi sono lì in attesa di essere aiutati. La contrarietà che ha portato alla manifestazione ad oltranza, ricordiamo, è nata per il “nuovo contratto” proposto dalla nuova azienda appaltatrice che, come raccontano i lavoratori, li vorrebbe riassumere come “apprendistato professionalizzato” nonostante  molti di loro hanno alle spalle 15 o 20 anni di lavoro, svolti per l’azienda uscente.

Per leggere tutta la vicenda 

Servizio lavanderia ospedaliera, protestano gli operai per nuovo contratto

“Prima notte andata. Secondo giorno di protesta, i colleghi delle altre strutture lavoreranno fino il 29 giugno. Con grande senso di responsabilità stanno continuando per non creare disagi agli ospedali napoletani, ma appena finito ci raggiungeranno. Noi ex operatori di questa struttura da qui non ci muoviamo. Non chiediamo la luna, chiediamo rispetto. Siamo stanchi” , l’appello dei manifestanti sui social.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche