lunedì 20 Maggio 2024
HomeAttualitàProtezione civile, il gruppo di S.Anastasia sul fiume Sele per le esercitazioni

Protezione civile, il gruppo di S.Anastasia sul fiume Sele per le esercitazioni

SANT’ANASTASIA. Due giornate di formazione per la Protezione Civile sono state tenute in aula consiliare e sul fiume Sele, per iniziare percorsi formativi intercomunali e specializzare sempre meglio i volontari.

Alla presenza di sindaci ed assessori di Cercola, Massa di Somma e Sant’Anastasia, si è tenuta sabato scorso la prima giornata di formazione per i volontari dei nuclei di P.C. di Pomigliano d’Arco, Cercola, Massa di Somma, Volla, Somma Vesuviana, Contursi e Sant’Anastasia. A trattare i temi e le metodologie dei soccorsi e della salvaguardia di sé stessi nel porre in essere azioni di salvataggio è stato il  Maestro di Salvamento Ciro Gifuni, Delegato provinciale di Napoli della  F.I.S.A. – Federazione Italiana Salvamento Acquatico (Società Italiana Salvamento).

La formazione in aula è stata improntata su approfondimenti della figura del soccorritore, passando dalle operazioni in terra ferma a quelle in acqua, per aumentare la correttezza degli interventi e far acquisire una maggiore consapevolezza dei rischi nelle operazioni di soccorso.

Direttamente sul fiume e nel fiume Sele si è tenuta – domenica 27 novembre – la formazione operativa tesa a far sperimentare le tecniche acquisite in aula con particolari prove pratiche.

“Dobbiamo puntare – dice l’assessore Fernando De Simone – alla formazione ed alla specializzazione dei nuclei di Protezione Civile, attualmente chiamati ad intervenire in  situazioni critiche di ogni genere. Abbiamo sperimentato, in questi due giorni, la ricchezza dello scambio di esperienze tra vari nuclei di P.C. e per questo pensiamo, in accordo coi sindaci, di programmare altre giornate di formazione intercomunali distinte per materie e tipologia dei soccorsi”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche