domenica 14 Aprile 2024
HomeArte & CulturaRaffaele Tufano tra i protagonisti della moda milanese

Raffaele Tufano tra i protagonisti della moda milanese

Milano. Quattro artigiani della moda campana all’International Fashion Festival di Milano.
Raffaele Tufano, Salvatore Ferrigno, Margò Bags e Mamilla sono tra i partecipanti di
quello che è uno degli eventi più esclusivi della settimana della moda milanese, giunto alla sua 6° edizione, in programma domenica 25 febbraio 2024, presso l’Enterprise Boutique
Hotel di Milano.
Quattro brand che per l’occasione si sposano per affermare l’unicità dell’artigianato come
valore imprescindibile della moda di qualità, che si muove in direzione diametralmente
opposta alla fast fashion. Contro i dettami inquinanti della moda industriale, questi quattro
artisti scelgono la via del prodotto esclusivo, irripetibile e sostenibile, nato dalla
creatività e dalle mani di chi ha fatto della moda la sua missione totalizzante.
Gli abiti sono pensati e realizzati da Raffaele Tufano, stilista già reduce del successo
della passata edizione della Fashion Week milanese. Oggi, Tufano riprende il discorso
iniziato l’anno scorso, ripartendo, per le sue creazioni, dall’iconico periodo degli anni
Ottanta e Novanta, che sancì l’affermazione del Made in Italy in tutto il mondo.
Tufano fa sua la sperimentazione di quei decenni chiave per la storia della moda: in
questa collezione lo stilista porta per la prima volta in passerella tessuti a fantasia,
floreali e con forme geometriche.
Una collezione che mescola la femminilità all’elemento mascolino, con abbinamenti
inediti dalla palette assai variegata, che va dalla terra di Siena al bianco e nero, dal giallo
lime al blu di Francia. Ma le vere protagoniste di questa sfilata saranno le spalle: dritte,
squadrate e larghe, le linee sono fluide e dai tagli articolati. Spazio anche a linee ampie e
sinuose, omaggio dello stilista al periodo storico di ispirazione.
Le calzature sono a cura di Salvatore Ferrigno, raffinato maestro della calzatura e della
pelle, specializzato nella produzione di scarpe personalizzate e su misura. Alla base della
sua arte, Ferrigno pone la ricerca dei migliori pellami provenienti da concerie italiane,
conciliando tradizione e innovazione nella produzione di calzature di alta qualità. Un’abilità
con cui ha conquistato un posto di rilievo nel mondo della moda italiana, facendo del suo
brand un riferimento nel settore calzaturiero, assodato da decenni di esperienza.
In passerella le modelle esibiranno le borse di Margò Bags, brand nato dalla sensibilità di
Marianna Pignatiello, dietro il quale si cela un alto simbolismo legato al logo di questo
interessante marchio di recente nascita. Laddove il trascendentale, rappresentato dalle
rondini, simbolo della libertà e dell’ascesa, si unisce all’oggetto terreno, costituito dalla
borsa, al servizio costante del culto del bello.
In conclusione, ad impreziosire la sfilata, gli accessori moda di Mamilla Haute Couture,
atelier con indirizzo strettamente artigianale e stilistico, nato dalla creatività di Giovanni
Garofalo, ricercato designer di interni, esperto nel virtuoso riutilizzo del tessuto. Mamilla si
distingue per la sua mission ecologica che si ritrova nella capacità del suo stilista di
donare una seconda vita al cosiddetto scarto, da cui nascono spille decorative, colli, scialli, sciarpe, collane.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche