domenica 25 Luglio 2021
HomeAttualitàRallentamenti Stir, possibili disagi della raccolta rifiuti

Rallentamenti Stir, possibili disagi della raccolta rifiuti

SARNO. Possibili disagi nella raccolta rifiuti

Informiamo la cittadinanza su possibili disagi nelle città di Afragola, Melito, Gragnano, Ercolano, Torre del Greco, Caivano, San Giorgio a Cremano, Maddaloni, Nola, San Felice a Cancello, Saviano, San Vitaliano, Sessa Aurunca per la raccolta rifiuti porta a porta.
Si segnalano considerevoli rallentamenti, in qualche caso anche blocchi, delle attività di conferimento dei rifiuti presso gli impianti Stir regionali, con inevitabili ripercussioni “a cascata” su tutte le attività di raccolta rifiuti, compromettendone la regolare programmazione. In particolare gli automezzi di grande capacità rimangono incolonnati per diverse ore presso gli impianti in attesa di poter conferire i rifiuti, pertanto i cosiddetti mezzi “satellite” rimangono spesso fermi in quanto ancora carichi, non potendo “trasbordare” i rifiuti raccolti porta a porta negli automezzi di grande capacità fermi presso gli impianti.
L’azienda, in tutte le città delle province di Napoli e Caserta servite dalla Buttol Srl, conferma il massimo sforzo per fronteggiare tale situazione di emergenza. Pertanto si avvisa la cittadinanza che nei prossimi giorni la raccolta porta a porta potrà subire rallentamenti. Disagi che non dipendono dalla volontà della Buttol Srl e che riguarderanno tutte le città della Campania, così come annunciato dal presidente della giunta Regionale, De Luca.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti