sabato 15 Giugno 2024
HomeAttualitàRapinatore cerca lavoro e tanta di derubare un poliziotto: arrestato

Rapinatore cerca lavoro e tanta di derubare un poliziotto: arrestato

Rapinatore in cerca di occupazione arrestato dalla Polizia. Tenta di rapinare un poliziotto che stava andando a lavoro.

Girava con un curriculum vitae sotto la sella dello scooter per trovare lavoro, anche se un “lavoro”, a modo suo, l’aveva già trovato, ossia il rapinatore.

Alle prime luci dell’alba, infatti, Luca Donnarumma, pregiudicato 31enne della zona del “Cavone”, in sella ad uno scooter, in Via Salvator Rosa, ha preso di mira una persona in strada, intenta a salire a bordo della sua auto per recarsi a lavoro.

L’uomo, avvicinatosi alle spalle della potenziale vittima, ha minacciato di sparargli se non gli avesse consegnato il portafoglio e gli effetti personali. La vittima, però, un Sovrintendente Capo della Polizia di Stato in servizio al Compartimento della Polizia Postale, fingendo di aderire alla sua richiesta, in maniera fulminea, ha estratto l’arma di ordinanza.

E’ nata, così, una colluttazione tra i due, nel corso della quale, abilmente, il poliziotto ha sfilato le chiavi dal contatto dello scooter per impedire la fuga al rapinatore.

Quest’ultimo, non pago ed approfittando della strada in discesa che gli consentiva di acquistare velocità, è comunque riuscito a salire in sella allo scooter e scappare.

Il poliziotto ha subito allertato la Sala Operativa della Questura, fornendo una esatta descrizione sia dell’abbigliamento indossato dal rapinatore, che delle caratteristiche dello scooter.

Gli agenti della sezione “Volante” dell’Ufficio Prevenzione Genereale hanno intercettato, poco distante, lo scooter parcheggiato.
Sotto la sella del motociclo hanno trovato un curriculum vitae completo di tutti i dati del rapinatore e una bolletta telefonica.

I poliziotti hanno raggiunto l’abitazione del 31enne, senza riuscire a trovarlo e, a seguito di un servizio di appostamento, hanno atteso il suo ritorno.

Poco più tardi, il 31enne è rincasato ed ha trovato ad attenderlo gli agenti che lo hanno arrestato, perché responsabile del reato di tentata rapina e lesioni. Il poliziotto, infatti, durante la colluttazione, ha riportato contusioni guaribili in pochi giorni.

Al fine di creargli un alibi, il suocero di Donnarumma, nel frattempo, si è recato al Commissariato di Polizia Dante per denunciare il furto dello scooter. La Polizia lo ha denunciato in stato di libertà per falso e favoreggiamento.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Saverio Falco
Saverio Falco
Giovane studente, intraprendente, ricco di fantasia, creativo e gioioso. E' veramente un piacere avere tra noi autori, scrittori, giornalisti, filosofi, ma soprattutto ragazzi come quello odierno: un'anima che ama la cultura in tutte le sue sfaccettature, che trasmette un pensiero legato all'amore puro, dai sentimenti profondi. Nel 2012 fa il suo battesimo con la carta stampata, rivelando all'attenzione di noialtri lo spirito polivalente dell'esistenza. (A cura del poeta GIANNI IANUALE)

Articoli recenti

Rubriche