sabato 2 Marzo 2024
HomePoliticaRischio idrogeologico, su interrogazione di Sommese Regione stanzia 8 milioni di euro...

Rischio idrogeologico, su interrogazione di Sommese Regione stanzia 8 milioni di euro per il Nolano

“Per ragioni storiche che precedono questo Governo, per eccesso di cementificazione e per effetto dei cambiamenti climatici, la Campania è la seconda regione italiana a soffrire più danni da esondazioni – a dichiararlo Giuseppe Sommese, Presidente della Prima commissione Permanente e Segretario di Azione in Campania, il quale aggiunge – Quasi 500mila cittadini subiscono ciclicamente questi eventi, con danni alla salute, ai beni e all’economia dei territori, prevalentemente agricola e legata al comparto agro-alimentare. Questo fenomeno ha costi inaccettabili per la vita dei nostri concittadini e per tutti i contribuenti, perché intervenire dopo i disastri, anche per il risarcimento dei danni, ha un costo enorme. La prevenzione è la via maestra”.
“Su questo – insiste Sommese – il Governo regionale sta facendo molto. Lo stanziamento di ingenti risorse per le bonifiche delle aree interne e del litorale domizio ne è prova. Oggi ho rivolto una formale interrogazione a risposta immediata sullo stato di avanzamento dei progetti per il ripristino della funzionalità idraulica dei sottobacini idrografici degli alvei Quindici, Gaudo e Boscofangone e di un tratto dell’asta Valliva dei Regi Lagni: ho ricevuto formale rassicurazione che in data 10 novembre 2023 la Regione ha sottoscritto la convenzione per la realizzazione dei lavori, i quali avranno inizio nel corso del prossimo mese di gennaio 2024, con uno stanziamento previsto di 8 milioni di euro che insisteranno soprattutto sui comuni dell’area nolana”.
“Continueremo a lavorare incessantemente per la salvaguardia ambientale e paesaggistica del nostro bellissimo territorio, convinti come siamo che prevenzione e interventi mirati siano gli strumenti di una politica seria che non si limita a declamare, ma persegue con i fatti gli obiettivi della sostenibilità ecologica nello sviluppo delle nostre comunità”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche