venerdì 23 Aprile 2021
HomeCronacaRisultavano al lavoro in ospedale ed invece erano in strada, arrestati per...

Risultavano al lavoro in ospedale ed invece erano in strada, arrestati per truffa

NAPOLI. Si sono dimostrati troppo nervosi quando i carabinieri li hanno fermati per un controllo, tanto da destare sospetti. Motivo dell’agitazione il fatto che sarebbero dovuti essere al lavoro in ospedale ed invece si trovavano in giro.

I militari della Stazione Rione Traiano, insieme ai colleghi della Compagnia Vomero, hanno arrestato per truffa aggravata un 50enne di Qualiano, operatore socio sanitario nell’ospedale Cotugno ed un 34enne di Marano di Napoli, tecnico con mansioni di manutenzione delle apparecchiature sanitarie presso il Monaldi, entrambi incensurati.
I due uomini sono stati notati a bordo di un’autovettura su via Cintia, fermati per un controllo mostravano un certo nervosismo e insofferenza tanto da spingere gli uomini dell’Arma a perquisirli. Avevano addosso le loro tessere magnetiche marcatempo (badge) rilasciate dall’Asl di Napoli. Con le successive verifiche i carabinieri hanno accertato, grazie anche alla fattiva collaborazione dei dirigenti dei due ospedali, che il 50enne ed il 34enne avevano marcato l’ingresso al lavoro e poi si erano ingiustificatamente assentati. Gli arrestati sono stati accompagnati nelle loro abitazioni agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti