martedì 18 Giugno 2024
HomeAppuntamentiRitorna la festa di San Vito e S. Antonio al Santuario della...

Ritorna la festa di San Vito e S. Antonio al Santuario della Madonna della Speranza, ecco il programma

Ritorna la festa di San Vito e S. Antonio al Santuario della Madonna della Speranza. Tanti i giorni di festa. Fede e devozione, tradizioni e cibo buono caratterizzeranno le serate all’ombra dell’antico Convento francescano.

Giovedì 13 giugno celebreremo la festa di S. Antonio con le SS. Messe alle ore 8:30; 17:0 e 19:00. Al termine di ogni Messa distribuzione del pane e benedizione dei bambini.

Venerdì 14 giugno alle 20:00, dopo la preghiera di liberazione e guarigione, il gruppo di musica popolare “Etnica Ditirambo” animerà la serata nel piazzale del Santuario con musiche balli della tradizione popolare mentre il Comitato festeggiamenti preparerà le pennette all’amatriciana, le montanare, i panini e le graffe.

Sabato 15 giugno è la festa di S. Vito. Alle ore 16:00 nel giardino della pace, i bambini saranno accolti per un pomeriggio di giochi e di festa mentre al termine della S. Messa delle ore 19:00 accogliamo in chiesa tutti i cani presenti per una breve passerella dinanzi al Santo Patrono, seguirà alle ore 20:00 nel piazzale la benedizione dei cani e poi tutti insieme a tifare Italia per la prima partita degli Europei 2024 attraverso il maxi schermo che sarà predisposto nel piazzale. Non mancheranno le pennette all’amatriciana, con montanare, i panini e le graffe.

Domenica 16 giugno il gruppo “Black Mambo” a ritmo latino allieteranno la serata conclusiva mentre il Comitato ripresenterà il gustoso e collaudato menù.

“Stare insieme fa bene. Ci da la possibilità di conoscerci e sperimentare la bellezza dell’amicizia”, ribadisce Antonio Giuliano, presidente del Comitato. “Vedere tante persone accorrere al nostro Convento riempie il cuore e ci motiva a sostenere sempre di più i frati nella loro opera di evangelizzazione e di rinnovamento”.

“Saranno giorni di grazia e di devozione che ci faranno sperimentare il senso della comunità che vive e si ritrova attorno a figure di Santi che ci testimoniano la strada della felicità vera. Nonostante i sacrifici che si fanno per organizzare questi eventi, ci dice p. Giuseppe Sorrentino, superiore del Convento, vale sempre la pena non perdere le belle tradizioni e le radici cristiani delle nostre feste. Un grazie di cuore, il superiore lo rivolge a tutti i volontari e alle persone che vorranno condividere con i frati questi giorni di festa”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche