martedì 28 Maggio 2024
HomeSocietàRivitalizzazione del Parco dei Pellegrini: a Boscoreale un buon esempio di Patto...

Rivitalizzazione del Parco dei Pellegrini: a Boscoreale un buon esempio di Patto di Collaborazione [VIDEOINTERVISTA]

L’associazione “dPM Ragazzi di Periferia” ha dimostrato come la collaborazione tra il Comune di Boscoreale e le realtà sociali locali possa servire a rivitalizzare, riqualificare e rigenerare un luogo che altrimenti sarebbe stato probabilmente lasciato all’incuria.

Il “Parco dei Pellegrini”, riaperto nel 2020, doveva essere chiuso nuovamente per avviare i lavori di riqualificazione anche della struttura presente all’interno dello stesso. Tuttavia, grazie alla caparbietà dei ragazzi il parco non ha mai chiuso e nel 2022 si sono costituiti in associazione e hanno dato vita a iniziative e manifestazioni che hanno riportato i giovani in uno spazio aperto messo a disposizione dal Comune.

Le iniziative organizzate in questi anni sono molteplici e promettono di continuare. A due anni dalla costituzione dell’associazione, la Presidente, Maria di Palma, dopo le iniziative che hanno riscosso una notevole affluenza di pubblico, come il mercatino di Natale e il Carnevale in maschera, annuncia che a giugno ci sarà la nuova edizione della manifestazione “Musica sotto le stelle” con la sfilata canina e quella delle moto d’epoca.

“Ci auguriamo che i lavori che serviranno anche a realizzare un nuovo ingresso – ci dice Maria di Palma – possano essere progettati lasciando aperto parte del parco in modo da poter continuare con le nostre attività sociali a servizio della cittadinanza e del territorio”.

Questo è un esempio lampante di come l’impegno della comunità locale possa trasformare un luogo e creare un punto di ritrovo per i giovani, contribuendo alla vitalità e alla coesione della comunità. La storia dei “Ragazzi di Periferia” è un modello di come l’azione comunitaria possa fare la differenza nella vita delle persone e nella qualità dei luoghi che abitiamo.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche