martedì 18 Giugno 2024
HomePoliticaS.Anastasia, 224 aspiranti consiglieri tra volti nuovi e vecchie guardie

S.Anastasia, 224 aspiranti consiglieri tra volti nuovi e vecchie guardie

SANT’ANASTASIA. Consegnate questa mattina le liste per le prossime comunali di maggio. Ufficiali quindi i quattro candidati sindaco: Lello Abete, Raffaele Coccia, Carmine Esposito e Mario Gifuni. Con loro duecentoventiquattro candidati al Consiglio comunale.

Sabato intenso per la politica anastasiana, finalmente non ci sono più veli sui prossimi candidati sindaco, stamattina sono state presentate ufficialmente tutte le liste. Nessuna sorpresa finale, quindi, riconfermati i nomi che circolavano sul web e per le strade nelle ultime settimane: Lello Abete, Raffaele Coccia, Carmine Esposito e Mario Gifuni. Con loro duecentoventiquattro candidati al Consiglio comunale tra volti noti e meno noti, ritorni e cambi di “casa”.

comune sant'anastasia 2
comune sant’anastasia 2

La coalizione più numerosa è proprio quella del sindaco uscente Lello Abete, sette liste in suo sostegno e centododici candidati. Quattro gli assessori uscenti che hanno deciso di riconfermare il loro appoggio ad Abete: Fernando De Simone, Rossella Beneduce, Mariano Caserta e Bruno Beneduce. Stessa cosa vale per i Consiglieri comunali: Filippo Guadagni, Franco Rea, Sabatino Di Marzo, Saverio Ceriello e Alfonso Di Fraia. Insomma, matrice che di poco è cambiata rispetto alle elezioni del 2014. Ma la vera novità, in questa coalizione, è la candidatura di Carmine Capuano e Paolo Esposito a Consiglieri comunali in supporto ad Abete, loro che nelle ultime tornate elettorali sono sempre scesi in campo per la carica di sindaco. Questa volta, invece, hanno deciso di fare un passo indietro. Nella coalizione di Abete anche ex assessori ed ex Consiglieri di passate amministrazioni, come Vito De Lucia e Vittorio Piccolo. Le liste civiche a sostegno del sindaco uscente sono: Noi per Lello Abete, Fare Futuro, Insieme Costruire, Cuore Anastasiano, Progetto Per Sant’Anastasia, Sant’Anastasia al Centro e Sviluppo e Territorio. Quest’ultima ha il supporto del Consigliere regionale Alfonso Longobardi.

Ci prova con una ventata di gioventù e sotto l’ala del Partito democratico (uno dei pochi partiti scesi in campo a Sant’Anastasia) Raffaele Coccia, Consigliere comunale uscente che nell’ultimo quinquennio ha occupato le fila dell’opposizione. A suo sostegno due liste e trentadue candidati. In campo insieme a lui Peppe Maiello, anche lui Consigliere comunale uscente. Con loro volti noti della sinistra come Pasquale Esposito, Consigliere comunale in passate amministrazioni, e Salvatore Colombrino da sempre impegnato sul fronte dell’ambiente. Tra i candidati di Coccia c’è un volto nuovo ma dal cognome importante: Valentina De Simone, figlia di Antonio candidato sindaco alle comunali del 2014. Per la sinistra in gioco due liste quindi, il Partito democratico e la lista civica Sant’Anastasia Unita.

Ci riprova Carmine Esposito, già sindaco dal 2010 al 2013, con la schiera dei suoi fedelissimi. A suo sostegno tre liste civiche e quarantotto candidati al Consiglio comunale. Con lui l’ex assessore alle politiche sociali Cettina Giliberti e Ciro Pavone ex staffista. A scendere in campo insieme a lui, nomi conosciuti tra cui Eugenio Di Perna padre di Armando ex assessore al bilancio, Arturo Zucconi padre di Veruska Consigliere comunale uscente e Vincenzo D’Auria figlio del compianto Salvatore, scomparso qualche anno fa e  Consigliere comunale durante la passata consiliatura Esposito. La coalizione, come anticipato, è composta da tre liste civiche: Agire con Carmine Esposito, Alleanza per Sant’Anastasia e Arcobaleno.

L’unico candidato sindaco che ci prova senza liste civiche ma con solo i partiti “canonici” è Mario Gifuni. E’ lui che la Lega di Salvini mette in campo per le comunali di maggio. Due solo le liste e trentadue i candidati che lo sosterranno. Consigliere comunale dal 2010 al 2013 e presidente del Consiglio comunale dell’Amministrazione uscente, Gifuni si mette in gioco con il motto “Prima gli anastasiani”. Con lui Giacomo Gammella, Felice Manfellotto e Mario Trimarco ex Consiglieri comunali delle ultime due amministrazioni. Oltre la Lega di Salvini, Gifuni scende in campo con il simbolo di Fratelli d’Italia.

 

 

 

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche