martedì 16 Aprile 2024
HomePoliticaS.Anastasia. Ok al bilancio di previsione 2016

S.Anastasia. Ok al bilancio di previsione 2016

SANT’ANASTASIA. In un clima disteso e tranquillo, con la presenza di operatori locali per la diretta web, si è svolta la seduta del Civico Consesso finalizzata ad approvare modifiche al DUP (Documento Unico di Programmazione) ed il documento principe per un’amministrazione: il bilancio.

Approvato prima in Giunta, il Bilancio di previsione 2016 è stato portato all’attenzione dei Consiglieri Comunali, per la prima volta chiamati a discutere un documento programmatico ed economico redatto secondo quanto prevede la nuova metodologia statale e cioè la contabilità armonizzata.

E’ un bilancio che, nonostante le criticità riscontrate dalla maggior parte degli Enti nell’adeguarsi alle nuove normative emanate dal Governo, ha il pregio di aver portato i conti in pareggio, di non aver sacrificato i servizi essenziali, di aver ridotto e non innalzato le tasse e di aver messo in programma opere pubbliche realizzabili nel corso dell’anno.

“Col bilancio approvato dal Consiglio Comunale abbiamo fatto un importante passo avanti, che ci permette di lavorare all’attuazione del programma. L’adeguarci alla nuova contabilità armonizzata ci ha messo di fronte a molti vincoli, per cui abbiamo effettuato  tagli alle spese superflue assicurando però i servizi essenziali, le manutenzioni alle strade, agli edifici scolastici ed al verde pubblico. Non abbiamo aumentato nessuna tassa – dice il Sindaco Lello Abete – anzi abbiamo operato un’altra riduzione alla tassa sui passi carrabili. Nel corso dell’anno contiamo di far fronte alle esigenze che vengono dalle Politiche Sociali, alle quali sono stati comunque garantiti i servizi che attengono all’Ambito di cui facciamo parte. Le opere pubbliche cantierabili sono in programma per il 2016, mentre nel 2017 contiamo di ottenere finanziamenti regionali ed europei per le opere già progettate. Amministrare oggi, ereditando uno stato di cose abbastanza difficoltose, non è facile ma né io né la Giunta ci siamo tirati indietro ed il risultato è più che soddisfacente, considerate le ristrettezze imposte dal Governo centrale. Io ci sono, noi ci siamo e diamo il nostro meglio, con la sincerità e la trasparenza che ci contraddistingue da sempre. Lo faccio, innanzitutto, perché onoro in ogni momento il compito che mi è stato affidato dalla mia gente”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche