lunedì 24 Giugno 2024
HomeCronacaSacchetto selvaggio, "beccati" dal sindaco, multati dai vigili

Sacchetto selvaggio, “beccati” dal sindaco, multati dai vigili

CASAMARCIANO.  Sacchetto selvaggio, “beccati” dal sindaco Manzi, multati dai vigili. Tre multati per sversamenti abusivi.

Tre persone multate per sversamento di rifiuti, scatta l’offensiva dell’amministrazione comunale di Casamarciano contro chi inquina e deturpa il paese. In un caso, a beccare e segnalare un automobilista che lanciava una busta di immondizia dalla propria vettura è stato lo stesso primo cittadino Andrea Manzi.  L’uomo, dopo essersi liberato della spazzatura in località Schiava di Casamarciano,  si stava allontanando: è stato però sfortunato perché è incappato nel giro ‘di perlustrazione’ del sindaco Manzi che ha segnalato quanto avvenuto al Comando dei vigili urbani del paese. L’inquinatore rischia una multa da seicento a tremila euro. Un rischio che corrono anche altri due cittadini, residenti in due Comuni del Nolano, sorpresi a liberarsi di ingombranti nell’isola ecologica del Rione Iacp, inaugurata dal Comune due mesi fa.

Il primo si è recato presso il centro raccolta e, in pieno giorno e con le scuole circostanti ancora frequentate dagli alunni, ha abbandonato dei pannelli. Il secondo ha agito nottetempo e ha abbandonato uno scatolone con rifiuti vari. Le loro ‘bravate’ sono però state immortalate dalle telecamere di sorveglianza che vigilano sull’isola ecologica e che hanno consentito all’amministrazione di risalire alle targhe delle auto e quindi alle identità dei due che saranno severamente multati.
 “Ora basta- dichiara il primo cittadino Andrea Manzi, impegnato in una battaglia personale contro gli sversamenti abusivi-. Basta con gli incivili e con chi ha scambiato il nostro territorio per una discarica. Da oggi chi pensa di potere gettare i propri rifiuti nel nostro paese violando le leggi e la decenza deve sapere che va incontro alla tolleranza zero”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche