mercoledì 8 Dicembre 2021
HomeAttualitàSant’Anastasia. PD: "Il 118 va tutelato"

Sant’Anastasia. PD: “Il 118 va tutelato”

Sant’Anastasia. E’ notizia di questi giorni che dal primo febbraio p.v. il servizio di 118 a Sant’Anastasia sarà de-medicalizzato a causa della carenza di personale medico.

Una cosa davvero inaccettabile!
Il PD Sant’Anastasia si è subito adoperato per la risoluzione di questo grave problema. Attraverso i nostri rappresentanti istituzionali sovra comunali, in particolar modo grazie all’impegno dell’on. Massimiliano Manfredi, che, da subito h preso contatti con i vertici dell’ASL NA3 Sud.
La direttrice dell’ASL Na 3 SUD, Dott.ssa Costantini, ci ha garantito che sta già lavorando ad un riequilibrio del personale medico a disposizione dell’ASL per trovare una soluzione e fare in modo che il servizio di 118 a Sant’Anastasia non resti sprovvisto dei medici a bordo.
Inoltre crediamo che l’ubicazione del 118nei locali della scuola Elsa Morante sia necessariamente da scongiurare “Come gruppo consiliare e come partito – dichiara Giuseppe Maiello, consigliere comunale del PD – ci siamo subito adoperati per trovare una soluzione al problema e per denunciare il pericolo di una possibile carenza del servizio, che sarebbe stata una vera iattura per la comunità anastasiana. Grazie all’impegno del partito regionale e dell’on. Manfredi, messosi immediatamente in contatto con la dott.sa Costantini, siamo venuti a capo della faccenda e sicuramente non lasceremo che le ambulanze del 118 siano de-medicalizzate, come non permetteremo che il servizio sia trasferito nei pressi della scuola Elsa Morante. Chi amministra ha il dovere di tutelare gli interessi di tutti. Dalla salute dei cittadini all’incolumità dei nostri bambini. La possibilità di trovare una soluzione adeguata c’è e noi siamo già al lavoro per trovarla. Il Partito Democratico, come sempre, agisce nell’interesse della collettività senza strumentalizzazioni, ma solo per contribuire alla risoluzione dei problemi del paese”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti