lunedì 10 Agosto 2020
Home Attualità Saviano. Colpo in gioielleria, è caccia alla rapinatrice ferita

Saviano. Colpo in gioielleria, è caccia alla rapinatrice ferita

SAVIANO. Tentata rapina ieri sera alla gioielleria “Il gioiello di Acierno”, da una coppia finisce male: è caccia alla rapinatrice ferita da un proiettile e il suo compagno.

Negli ospedali del vesuviano non è giunta nessuna persona – una donna in particolare, dall’età sui 25-30 anni circa – nel corso della notte appena trascorsa. Nessuna segnalazione dai Pronto soccorso delle cliniche e dai nosocomi di un ferito da arma da sparo. Ma uno dei due rapinatori a quanto si sa – la donna, stando alle prime testimonianze – è rimasta, seppure in modo lieve, ferita ad una gamba a seguito del tentativo di rapina messo a segno ieri sera nella gioielleria denominata “Il gioiello di Acierno”, lungo via Ciccone a Saviano. Il titolare – un 59enne di Nola – si sarebbe ribellato alla coppia di rapinatori che nella serata di ieri, 7 aprile, ha tentato si svaligiare il suo negozio.

Ma andiamo con ordine. Il colpo – sebbene una precisa dinamica dei fatti non è ancora del tutto definita da parte dei carabinieri di Nola e di Castello di Cisterna che indagano sui fatti.

- Advertisement -

Bonnie e Clyde, si fingono una coppia di fidanzati e lui, per il prossimo anniversario, vorrebbe fare un regalo prezioso alla donna. Sono la 19 circa, la gioielleria in via Ciccone è vuota – all’interno solo il titolare che sistema alcune cose prima della chiusura del negozio. I due rapinatori suonano al campanello e chiedono di poter vedere alcuni anelli. Si fingono interessati ad alcuni oggetti, cercano di distrarre il proprietario e in pochi minuti lo aggrediscono. Il rapinatore ha un’arma – una pistola – che in breve punta al gioielliere. Ma quest’ultimo non ci sta a farsi estorcere soldi e preziosi da due balordi. Si ribella – nonostante il malvivente gli stesse impugnando una pistola contro – scoppia prima una feroce colluttazione, nel corso della quale il commerciante era riuscito a prendere anche la sua pistola, regolarmente detenuta, da un cassetto ed esplodere tre colpi contro i due delinquenti. Uno dei proiettili avrebbe raggiunto la rapinatrice ferendola alla coscia sinistra.

Dopo i colpi esplosi ed il ferimento di uno di loro, i rapinatori sono riusciti ad uscire dal negozio – senza il bottino – e fuggire, dapprima a piedi correndo tra la folla del centro savianese, poi a bordo di un’autovettura, una Ford – che pare li stesse attendendo con un terzo complice. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Nola e del Nucleo investigativo del Gruppo di Castello di Cisterna per le indagini. Anche  che ha soccorso il titolare della gioielleria il quale è stato trasportato al Pronto soccorso dell’ospedale di Nola, che gli hanno riscontrato un trauma cranico e ferite lacero contuse, guaribili in 10 giorni. L’arma del gioielliere è stata sequestrata.

 

di Patrizia Panico

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Regionali 2020, la lista “Per – le persone e la comunità” ufficializza le candidature

NAPOLI. Ufficializzate le candidature della lista “Per – le persone e la comunità” nella provincia di Napoli. Capolista sarà il direttore del carcere minorile...

Casamarciano. Assembramenti e movida incontrollata: il sindaco adotta nuove misure restrittive

Casamarciano. Divieti, telecamere e controlli a tappeto. A Casamarciano stop a soste selvagge con le nuove misure restrittive messe in campo dall'amministrazione comunale. Il...

S. Giorgio. La ricercatrice Spigno ed il suo gruppo a sostegno del candidato sindaco Marino

SAN GIORGIO A CREMANO. Un nuovo importante acquisto per lo schieramento che sostiene il candidato sindaco Giovanni Marino. A candidarsi con Marino anche Patrizia...

Associazione giornalisti vesuviani: “Cordoglio per la morte di Valeria Capezzuto”

Napoli. «Abbiamo appreso con profonda tristezza la scomparsa della collega Valeria Capezzuto. Ci stringiamo vicino alla sua famiglia e alla redazione napoletana del Tgr»....

Brusciano. I consiglieri Sposito e Travaglino chiedono le dimissioni del sindaco

Brusciano. A due anni dall’insediamento dell’amministrazione guidata da Giuseppe Montanile, i consiglieri Giuseppina Sposito e Rocco Travaglino prendono le distanze ufficiallizzando la loro...
- Advertisment -