mercoledì 28 Febbraio 2024
HomePoliticaSciopero Sapna, Sant'Anastasia, il sindaco Esposito e l'assessore Pavone: "Stato di agitazione...

Sciopero Sapna, Sant’Anastasia, il sindaco Esposito e l’assessore Pavone: “Stato di agitazione inaccettabile”

Sciopero Sapna, Sant’Anastasia, il sindaco Esposito e l’assessore Pavone: “Stato di agitazione inaccettabile, avanti per garantire servizi ai cittadini”.
“Lo sciopero ostruzionistico indetto dai dipendenti di Sapna, la società che gestisce lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati, crea un grave pregiudizio in relazione al corretto funzionamento delle attività di raccolta dei rifiuti su tutti i territori della Città Metropolitana di Napoli” – commenta l’assessore all’Ambiente del Comune di Sant’Anastasia e consigliere di ATO 3, Ciro Pavone.
“Questo è inaccettabile e – pertanto – come ATO 3 ci siamo preoccupati immediatamente di investire le Istituzioni preposte al fine di scongiurare la possibilità che ci siano ripercussioni per l’igiene e la salute pubblica. Pertanto ringrazio il presidente Gioacchino Madonna per l’attenzione mostrata” – continua Pavone.
Intanto, a Sant’Anastasia, per evitare qualsivoglia disservizio, sono stati organizzati turni supplementari di lavoro, in modo da garantire la corretta esecuzione di tutti i Servizi, nei termini e nei parametri stabiliti dal CSA. “Al momento – rassicura l’assessore Pavone- non sussistono gravi problematiche gestionali per quanto riguarda il nostro territorio, nonostante i ritardi nei conferimenti, dettati – appunto – dalla prosecuzione dello stato di agitazione degli apparati lavorativi di Sapna, come forma di protesta in seguito all’adozione dei provvedimenti deliberativi per le nuove modalità di gestione degli impianti di smaltimento dell’indifferenziato”.
“Il nostro unico scopo è garantire i Servizi ai cittadini e non arrecare alcun danno al territorio” – aggiunge il sindaco di Sant’Anastasia, Carmine Esposito. “Invito i cittadini a fare maggiore attenzione nelle pratiche quotidiane di conferimento dei rifiuti, anche nell’ottica di alleggerire il carico di lavoro per i nostri addetti ai quali va il nostro ringraziamento per lo sforzo supplementare di queste ore a totale vantaggio della nostra Comunità” – conclude il sindaco.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche