martedì 18 Giugno 2024
HomePolitica“Scuole Sicure” a Ercolano, al via i lavori in tre istituti

“Scuole Sicure” a Ercolano, al via i lavori in tre istituti

ERCOLANO. Progetto “Scuole Sicure” a Ercolano, al via i lavori in tre istituti. Partiranno nelle prossime settimane i lavori di ristrutturazione di tre edifici scolastici della città di Ercolano.

Le opere riguardano la materna ed elementare “A. Maiuri” di via D‘Annunzio, il I circolo didattico “Giulio Rodinò” di via IV Novembre e l’istituto “A. De Curtis” di via Viola. Le tre gare d’appalto, aggiudicate in settimana per un importo complessivo di poco circa 182mila euro finanziato dal Ministero delle Infrastrutture, prevedono la messa in sicurezza dei tre edifici con il rifacimento delle facciate e, nel caso della Rodinò, della manutenzione straordinaria della palestra.

«Con il Progetto “Scuole Sicure” intendiamo garantire sicurezza e tranquillità ai genitori che ogni giorno affidano alle nostre scuole i loro affetti più cari. Questa tranche di lavori interesserà gli istituti Rodinò, De Curtis e Maiuri, dopodiché sono previsti altri interventi anche per altri plessi. Stiamo facendo il possibile per far avviare i cantieri prima della fine di questo anno scolastico e riuscire a completare le opere previste nel giro di un paio di mesi in modo da terminare i lavori entro l’inizio del nuovo anno scolastico e poter consegnare già a settembre ai nostri ragazzi delle scuole più belle e, soprattutto, più sicure», così il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche