giovedì 29 Settembre 2022
HomeSportSerie A, Fiorentina - Napoli: la diretta minuto per minuto

Serie A, Fiorentina – Napoli: la diretta minuto per minuto

Terza giornata di andata del campionato di Serie A Tim: si affrontano sul manto erboso dello stadio Artemio Franchi di Firenze, la Fiorentina, padrona di casa, nona in classifica con 4 punti, e il Napoli, quinto in classifica, a bottino pieno, reduce dalla doppia vittoria contro il Verona e contro il Monza di Berlusconi. Cori da parte di entrambe le tifoserie l’una contro l’altra. C’è il pubblico delle grandi occasioni per questo posticipo della terza giornata. Cori antiterritoriali dei viola: “Odio Napoli” e “noi non siamo napoletani” cantano i supporters locali.

Le formazioni ufficiali

Fiorentina: Gollini, Milenkovic, Dodo, Quarta, Biraghi, Barak, Amrabat, Bonaventura, Ikoné, Jovic, Sottil.

Napoli: Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, Mario Rui, Anguissa, Zielinski, Lobotka, Lozano, Osimen, Kvaratskhelia.

La cronaca del match

Il primo tempo

Partiti. Calcio d’inizio del primo tempo per i viola che attaccano dalla destra alla sinistra. I padroni di casa guidati da mister Vincenzo Italiano partono subito con un grande possesso palla, ma poco riescono a concretizzare a causa del pressing alto degli ospiti.

Al terzo minuto prima ammonizione tra le fila del Napoli: a finire nell’elenco dei cattivi del direttore di gara, il sig. Marinelli della sezione Aia di Tivoli, è il n.99 Anguissa, punito con il cartellino giallo per una brutta entrata ai danni di Quarta.

Al 6′ del p.t. bella incursione di Sottil sul lato sinistro ma pecca di presunzione, volendo fare tutto da solo e perdendo il possesso della sfera. Per quanto visto in questi primi dieci minuti di gioco è la Fiorentina ad essere partita subito forte col piede sull’acceleratore.

Proteste di Spalletti che lamenta un disomogeneo metro di giudizio nella soglia del fallo da parte dell’arbitro Marinelli tra le due compagini.

Grande occasione per il Napoli al 18esimo del p.t. su cross dalla destra di Anguissa, Osimhen di destro non riesce a battere Gollini che si salva respingendo. Intanto, per le eccessive proteste viene ammonito mister Spalletti.

La manovra dei padroni di casa viene costruita spesso per lanci lunghi e su palle alte, perché il Napoli chiude bene tutti gli spazi con un’ottima fase difensiva, in pressing, anche senza possesso palla.

Episodio dubbio al 29esimo per un contatto in area ai danni di Kvararskelia: il numero 77 azzurro su lamenta molto all’indirizzo dell’arbitro.

A partire dalla seconda metà del primo tempo è invece il Napoli a fare possesso palla e andare vicino al goal con il capitano Di Lorenzo che al 31esimo lamenta un tocco di mano in area di rigore ma il direttore di gara dice di no.

Al 37′ ancora una volta Sottil è egoista e per fare tutto da solo spreca un’occasione importante per far passare in vantaggio i Viola. Negli ultimi dieci minuti della prima frazione di gioco, fase un po’ confusionaria con tante palle buttate e regalate agli avversari.

Episodio dubio al 43esimo con Osimhen che insacca ma il primo assistente Colarossi annulla la rete per fuorigioco. Dopo il controllo Var, l’arbitro convalida la decisione della bandierina.

Vengono concessi 2 minuti di recupero. Il primo tempo finisce a reti inviolate.

Il secondo tempo

I primi cinque minuti si giocano tutti nella metà campo viola, con il Napoli che sembra ritornato in campo con il piglio giusto per sbloccare la partita. Ancora una volta vicinissimi al goal i due che hanno impensierito di più la difesa locale anche nel primo tempo, prima Osimhen e poi Di Lorenzo. Grande occasione al settimo con Lozano che spreca una limpida occasione di testa non riuscendo a centrale la porta. Assist, con cross dalla sinistra ancora una volta di Kvaratskhelia, fino a questo momento migliore in campo tra le file degli azzurri.

Sostituzione per la Fiorentina al 15esimo: esce Ikoné ed entra Kouame. Al 16esimo ammonito quartaa er un brutto fallo a centrocampo su Di Lorenzo. Doppio cambio anche per il Napoli, dentro Raspadori ed Elmas al posto di Lozano e Kvaratskhelia.

Secondo cambio per i Viola al 23esimo: esce Quarta ed entrano Kouame e Maleh. Per il Napoli entra Politano ed esce Lozano.

Entrambe le sqaudre molto lunghe con rapidi capovolgimenti di frento ma sbagliano sempre l’ultimo passaggio. Altri due cambi nel Napoli: entrano Simeone e Ndombole’ al posto di Osimhen e Lobotka. Per la Fiorentina escono Sottil e Biraghi, lasciando il posto a Saponara e Terzic al 35° di gioco. Occasionissima Napoli con Raspadori che da fuori piazza il pallone nell’angolino basso della porca ma Gollini è abile a deviare in angolo.

Occasionissima anche per i locali al 43° ancora con un tiro da fuori di Amerabat di poco al lato della porta difesa da Meret. Ammonito Raspadori per un fallo tattico in ripartenza. Il sig. Marinelli concede 3 minuti di recupero. Nel finale ammonito anche Ndombolé.

La partita termina sul risultato di parità a reti inviolate. entrambe le compagini guadagnano un punto che serve poco ad entrambe ma il campionato è appena iniziato.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Saverio Falco
Saverio Falco
Giovane studente, intraprendente, ricco di fantasia, creativo e gioioso. E' veramente un piacere avere tra noi autori, scrittori, giornalisti, filosofi, ma soprattutto ragazzi come quello odierno: un'anima che ama la cultura in tutte le sue sfaccettature, che trasmette un pensiero legato all'amore puro, dai sentimenti profondi. Nel 2012 fa il suo battesimo con la carta stampata, rivelando all'attenzione di noialtri lo spirito polivalente dell'esistenza. (A cura del poeta GIANNI IANUALE)

Articoli recenti