mercoledì 22 Maggio 2024
HomeCultura e SpettacoliSettembrArte: Nola “svela” i tesori nascosti con appuntamenti nel weekend

SettembrArte: Nola “svela” i tesori nascosti con appuntamenti nel weekend

NOLA. “Echi del rinascimento nolano: dal quattrocento ai caravaggeschi”: è il titolo della mostra in programma sabato 24 e domenica 25 settembre nel salone del museo diocesano di Nola.

In esposizione opere custodite nei depositi della Soprintendenza, pezzi eccezionali come la piccola tavola del XV secolo raffigurante “Santa Lucia” attribuita al grande artista Alvaro Pirez. L’importante appuntamento organizzato in sinergia con la Curia vescovile e con l’associazione Meridies in occasione delle “giornate europee del patrimonio 2016” rientra nell’ambito di “SettembrArte”, il programma di eventi promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Geremia Biancardi con l’assessore alla Cultura Cinzia Trinchese. Un’occasione straordinaria – secondo i criteri stabiliti dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea promotrici dal 1991 di queste giornate – “per riaffermare il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche della società italiana”.

Un weekend all’insegna non solo dei tesori nascosti, ma anche di performance interattive all’avanguardia con i Tableaux Vivants tratti dalle opere di Caravaggio. Dalle 19 di domenica 25 attori con i loro corpi daranno vita alle maggiori opere dell’artista in un “dialogo” di grande impatto emotivo sotto gli occhi incantati degli spettatori. In scena “Per grazia ricevuta” a cura di Teatri 35.

“Una rappresentazione di grande impatto emotivo e visivo – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Cinzia Trinchese – Un gioco particolare di luci ed ombre scandirà ogni singola scena mescolando musica e versi in un’atmosfera suggestiva ed accattivante”.

“Un’occasione imperdibile – ha dichiarato il sindaco Geremia Biancardi – che offre l’opportunità di conoscere il patrimonio artistico scoprendo quei tesori solitamente non fruibili al grande pubblico”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche