domenica 5 Febbraio 2023
HomeAttualitàSomma. Vivibilità e sicurezza, isola pedonale nel borgo Casamale

Somma. Vivibilità e sicurezza, isola pedonale nel borgo Casamale

SOMMA VESUVIANA. Vivibilità e sicurezza, il sindaco istituisce l’isola pedonale nel borgo Casamale

Garantire un’estate sicura e vivibile a chi abita nel centro storico e chi lo sceglie, turisti compresi, per passarci le serate estive, con questo scopo il sindaco Salvatore Di Sarno ha firmato questa mattina l’ordinanza N.78 con la quale si decide “Istituzione temporanea isola pedonale nella Zona Casamale ( Via Collegiata, Via Botteghe e Via Nuova)”.
L’isola pedonale partirà la prossima settimana e sarà in vigore fino al 30 settembre e sarà attiva il venerdì e il sabato dalle ore 21 alle 1 in via Collegiata, via Botteghe e via Nuova, attraverso “l’interdizione alla sosta e alla libera circolazione di autoveicoli e motoveicoli” con il controllo e la presenza di agenti della polizia municipale.
“Il nostro obiettivo, mio e della mia Amministrazione”, spiega il sindaco Salvatore Di Sarno, “è quello di salvaguardare i principali luoghi storici della nostra città e, al contempo, permettere ai cittadini e ai turisti che nel corso dell’anno, e specialmente durante il periodo estivo sono presenti a Somma, di visitare con tranquillità il nostro amato Casamale. In particolare, via Collegiata, via Botteghe e via Nuova sono quelle strade in cui ci sono maggiore aggregazione e socialità, in special modo giovani ed anziani, e che proprio in quell’area che si svolgono molteplici manifestazioni di carattere religioso, culturale e ludico organizzate anche dalle associazioni locali. Abbiamo deciso di realizzare l’isola pedonale per questi motivi e perché, per sua conformazione architettonica, il centro storico è privo di marciapiedi per cui il normale
passaggio delle persone impegna la sede stradale per cui il contestuale traffico automobilistico potrebbe causare incidenti. Si tratta di una decisione sperimentale che punta ad andare incontro alle esigenze dei residenti e dei cittadini e siamo certi che per la sua buona riuscita potremmo contare sulla collaborazione di tutti”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti