martedì 16 Aprile 2024
HomeComunicati stampaStop agli abbattimenti degli alberi monumentali nella Villa di Nola

Stop agli abbattimenti degli alberi monumentali nella Villa di Nola

NOLA. La Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici Ed Etnoantropologici di Napoli e Provincia ha disposto lo stop ai lavori nella villa Comunale di Nola e l’abbattimento degli alberi “senatori” situati all’interno della struttura.

Tra le piante da abbattere anche il Cipresso Montezuma, uno degli alberi secolari più importanti della provincia di Napoli.
La decisione della Soprintendenza è giunta dopo che il deputato del Movimento Cinque Stelle in Commissione Cultura Luigi Gallo, in sinergia con i parlamentari M5S Salvatore Micillo e Paola Nugnes, ha scritto al Soprintendente Luciano Garella e diffidato il sindaco di Nola Geremia Biancardi a procedere con l’abbattimento degli alberi situati in villa comunale.
“Quelle del Comune sono forzature inutili contro i cittadini e l’ambiente. E’ evidente che dopo lo stop della Soprintendenza – spiega il deputato Gallo – si evince come il Comune non fosse stato autorizzato a procedere con i lavori degli alberi “senatori” di Nola. Il Movimento Cinque Stelle vuole restituire dignità ed integrità a quel sito, un bene comune, dopo il riconoscimento della villa comunale di Nola come area di interesse storico/monumentale e si adopererà affinché la Regione recepisca il censimento elaborato insieme a LIPU e Legambiente nel 2007 nella lista degli alberi secolari tutelati dalla Regione Campania”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche